salta la barra Comune di Prato » Buone prassi e cooperazioni » Carta di identità elettronica (CIE) sperimentazione con Ministero ed enti locali

Comune di Prato

Buone pratiche e cooperazioni del Comune di Prato

Comune di Prato

Carta di identità elettronica (CIE) sperimentazione con Ministero ed enti locali

Modelli di buona amministrazione

Settori comunali coinvolti

Sistema informativo
Servizi demografici
Circoscrizioni

Ruolo del Comune di Prato: Gestore del progetto sul proprio territorio

Obiettivi e descrizione del progetto

Il Comune di Prato intende utilizzare la CIE per permettere ai cittadini di interagire direttamente con la Pubblica Amministrazione nell'uso dei servizi on-line. Quindi l'obiettivo è quello di distribuire la CIE a tutti i cittadini in possesso dei requisiti e, nel frattempo, mettere a disposizione una serie di servizi informatici per il cui utilizzo è necessario che il cittadino sia identificato in modo certo, attraverso l'uso della CIE. 

La Carta di Identità Elettronica (CIE) è un progetto sperimentale promosso dal Ministero dell'Interno in collaborazione con alcuni Comuni italiani, tra cui Prato. Scopo del progetto è fornire ai cittadini uno strumento che è sia un documento di riconoscimento, che uno strumento di accesso ai servizi nazionali e locali on-line della Pubblica Amministrazione. Terminata la fase di sperimentazione questo nuovo strumento sostituirà il vecchio documento di identità cartaceo.
Per l'attuazione del progetto sono state predisposte 5 postazioni di rilascio presso l'Anagrafe Centrale e le 4 sedi circoscrizionali con sportelli anagrafici (Nord, Sud, Est, Ovest), presidiate da personale dedicato esclusivamente al rilascio della CIE. Nel frattempo si stanno realizzando nuovi servizi accessibili attraverso la CIE ed utilizzabili mediante diverse tecnologie.

In particolare tramite Internet si può:
- Inviare una DIA (dichiarazione di inizio attività) al servizio Istanze Edilizie 
- Comporre, inviare, controllare una dichiarazione ICI 
- Richiedere un cambio di indirizzo 
- Effettuare pagamenti vari tra i quali i servizi scolastici 

Con gli sportelli autorizzati T-serve si può:
- Istruire una pratica di cambio indirizzo 
- Richiedere il rilascio autorizzazioni nella ZTL (di prossima attivazione)
- Pagare i tickets sanitari, la TARSU, l'ICI, i servizi scolastici, i servizi cimiteriali, le bollette del gas, gli affitti degli immobili posti sul territorio provinciale e di proprietà del Comune

Con i terminali pubblici self-service Jolly si può:
- Richiedere l'emissione documenti (diritti di copia, certificati anagrafici, visure catastali, istanze edilizie). 
- Effettuare il pagamento di servizi pubblici (copie foto e verbali di sinistri, multe, servizi scolastici, scuola di musica, TARSU, ICI, bollette del gas)

Finanziamento

Stato Italiano
Il progetto è cofinanziato per una percentuale del 60%.
Il progetto è finanziato dal Ministero dell'Interno e dall'ANCITEL

Tempistica

Progetto pluriennale
Data inizio: 03-09-2002


Ultimo aggiornamento dei contenuti:
mercoledì 24 ottobre 2018
- Inizio della pagina -
Il progetto Comune di Prato è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it