Comune di Prato


Traduci la pagina con Google Translate:


31.08.2016 -  Non è più possibile presentare domanda per esaurimento dei fondi disponibili comunali/regionali.

Che cos'è

Sono incentivi per l’installazione di impianti a metano o GPL per le autovetture private di proprietà dei cittadini o imprese, residenti o con sede legale nel Comune di Prato, comune aderente alla Convenzione ICBI. Si tratta di incentivi per la conversione delle auto da benzina o diesel a metano o GPL.

Gli incentivi sono di tre tipi:

  1. ​Incentivi alle trasformazioni a GPL e Metano dei veicoli privati Euro 2 e Euro 3 immatricolati dopo il 01/01/1997.
    Il sistema prevede la prenotazione cronologica dei contributi on-line, l’anticipazione del contributo da parte dell’installatore e il rimborso diretto dell’incentivo all’officina.
    L'incentivo consiste in € 500 per installazione GPL e € 650 per installazione Metano.
     
  2. Incentivi denominati BI-FUEL rivolti alle trasformazioni a GPL e Metano dei veicoli commerciali inferiori a 3,5t di categoria, da Euro 2 in poi immatricolati dopo il 01/01/1997.
    L’importo delle agevolazioni è di € 750 per le trasformazioni a GPL e di € 1.000 per quelle a metano. Non è previsto lo sconto da parte dell’installatore.
     
  3. Incentivi denominati DUAL-FUEL rivolti alle trasformazioni diesel/GPL e diesel/METANO con uso combinato dei due carburanti.
    Il progetto è la vera novità che permetterà di sperimentare questo nuovo tipo di alimentazione e soprattutto di eseguire prove di emissioni che potranno essere utilizzate dagli amministratori per i blocchi della circolazione. Il sistema di assegnazione dei contributi, pari a € 750 per il GPL e € 1.000 per il metano, avviene attraverso un’apposita procedura nella quale l’azienda si farà carico di compilare schede di monitoraggio dei veicoli trasformati.

Questa pagina non è esaustiva: per maggiori informazioni consultare il sito del Consorzio Ecogas.

Enti per i quali è svolto il servizio

La convenzione "Iniziativa Carburanti a Basso Impatto" (ICBI) vede il Comune di Parma come ente capofila del protocollo di intesa firmato nel 2001 e dell'accordo di programma del 2005 stipulato fra più di 600 Comuni italiani e istituzioni. All'accordo ha aderito anche il Comune di Prato.

inizio testo

Requisiti

A chi è rivolto

A cittadini o imprese con residenza o sede legale nel comune di Prato.

inizio testo

Come si ottiene

Termini, scadenze, modalità di presentazione della domanda

I cittadini interessati devono rivolgersi a un’officina aderente all’iniziativa (vedi elenco officine al link presente in "Altre informazioni utili")

Documenti da presentare

  • Copia della carta di circolazione comprovante la proprietà, la targa del veicolo e la classe ambientale di omologazione CE, indicata alla riga V9 della sezione 2;
  • Copia di documento di identità o riconoscimento non scaduto comprovante la residenza in uno dei Comuni aderenti alla Convenzione ICBI;
  • Dichiarazione sostitutiva di certificazione e dell’atto di notorietà.

A chi rivolgersi

Il numero verde per i cittadini è 800 500 501

Il numero per gli installatori è quello del Referente amministrativo Imago srl 06 86580052

È attivo anche l'indirizzo di posta elettronicahelpincentivi@imagoservizi.it

 

Per ulteriori informazioni:

Urp Multiente del Comune di Prato

Ufficio ambiente del Comune di Prato
 

inizio testo

Altre informazioni utili

inizio testo
Data ultima revisione dei contenuti della pagina: 30.03.2017

Condividi su:



- Inizio della pagina -
Il progetto Comune di Prato è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it