Traduci la pagina con Google Translate:


9.04.2019 - Pubblicata la graduatoria degli ammessi al contributo 2018. I contributi saranno erogati sino ad esaurimento delle risorse regionali. Le domande non soddisfatte per insufficienza di fondi, restano valide per i due anni successivi, al termine dei quali, se non liquidate, decadranno dalla graduatoria.

Che cos'è

Il cittadino disabile affetto da menomazioni o limitazioni permanenti di carattere fisico, sensoriale o cognitivo può presentare domanda al Comune di residenza per richiedere un eventuale contributo economico, a fondo perduto, per l'abbattimento delle barriere architettoniche presenti nella propria abitazione come ad esempio l'installazione di un ascensore.

Le domande, da presentarsi attraverso apposito modulo (vedi sezione "Modulistica"), verranno istruite dal Competente ufficio del Comune di Prato ed esaminate da una commissione medica e tecnica. Al termine verrà redatta una graduatoria in base alla quale verranno successivamente erogati i contributi, sino ad esaurimento del finanziamento.

Le domande non soddisfatte per insufficienza di fondi, restano valide per i due anni successivi, al termine dei quali, se non liquidate, decadranno dalla graduatoria.

I lavori di adeguamento devono essere iniziati solo dopo aver presentato la domanda, pena la nullità della stessa.

inizio testo

Requisiti

A chi è rivolto

La richiesta può essere fatta per l'abitazione di residenza, oppure anche per l'abitazione nella quale il cittadino vuole trasferirsi a patto che:

  • Si tratti di un edificio già esistente;
  • Il richiedente vi stabilisca la propria residenza anagrafica entro 3 mesi dalla comunicazione da parte del Comune dell'ammissione al contributo.
inizio testo

Come si ottiene

Termini, scadenze, modalità di presentazione della domanda

La domanda può essere presentata con l'apposita marca da bollo da € 16,00, dal 1 gennaio al 31 dicembre di ciascun anno, utilizzando esclusivamente il modulo predisposto, scaricabile in questa pagina alla sezione "Modulistica" oppure reperibile all'URP Multiente.

Il modulo deve essere compilato in ogni parte, firmato dal richiedente e consegnato, insieme ai documenti da allegare:

  • Di persona all'ufficio Protocollo del Comune di Prato (vedi sezione Dove andare);
  • Tramite posta, con raccomandata A/R (fa fede il timbro postale) indirizzato a: Ufficio Protocollo del Comune di Prato, Piazza del Pesce, 9 - 59100 Prato.

Documenti da presentare

La mancata presentazione anche di uno solo dei documenti sottoelencati non consentirà l'ammissione della domanda.

  • Domanda in bollo (€ 16,00) contenente anche la dichiarazione sostitutiva di atto notorio in cui indicare, oltre i dati anagrafici, le barriere architettoniche presenti nell'abitazione e gli interventi per la loro eliminazione o superamento;
  • Fotocopia documento di identità valido;
  • Copia del certificato medico rilasciato dall'autorità competente che attesti la disabilità totale del richiedente ovvero la menomazione o limitazione permanente di carattere fisico o sensoriale o cognitivo. Il certificato deve essere già in possesso al momento della presentazione della domanda;
  • Preventivo di spesa e progetto dettagliato relativi alle opere edilizie direttamente finalizzate all'eliminazione delle barriere architettoniche;
  • Preventivo di spesa e documentazione tecnica relativi all'acquisto e installazione di attrezzature finalizzate all'eliminazione delle barriere architettoniche;
  • Copia della dichiarazione dei redditi o Cud del richiedente disabile o del familiare che lo dichiara a proprio carico ai sensi dell'art. 12 del D.P.R. 917/1986;
  • Benestare del proprietario dell’unità immobiliare, alla realizzazione degli interventi con documento di identità (da allegare solo nel caso di richiedente diverso dal proprietario);
  • Copia del verbale dell’assemblea condominiale con documento di identità dell’amministratore laddove sia costituito il condominio, oppure nel caso in cui non sia costituito, autorizzazione scritta degli altri proprietari con relativi documenti di identità (da allegare qualora nell’immobile oggetto dell’intervento finalizzato al superamento di barriere architettoniche siano presenti parti condominiali).

Tempi e iter della pratica

Il Comune pubblica la graduatoria dei soggetti che hanno diritto al contributo entro il 31 marzo dell'anno successivo a quello di presentazione delle domande.

Il punteggio viene assegnato in relazione alla gravità della disabilità e in relazione alla congruità degli interventi edilizi con la disabilità accertata e con le esigenze di vita domestica del richiedente. A parità di punteggio viene data priorità alla persona con reddito più basso.

Il contributo è calcolato nel modo seguente:

  • Per la realizzazione delle opere edilizie, in misura non superiore al 50% della spesa effettivamente sostenuta, comprese le spese tecniche, e comunque per un importo massimo di € 7.500,00;
  • Per l'acquisto e installazione di attrezzature, in misura non superiore al 50% della spesa effettivamente sostenuta e comunque per un importo massimo di € 10.000,00.

La liquidazione, in caso di spettanza di contributo, non avviene prima di due anni dall'anno di presentazione della domanda.

Stato di avanzamento della pratica

9/04/2019 - Pubblicata la graduatoria degli ammessi ai contributi 2018. I contributi saranno erogati sino ad esaurimento delle risorse regionali. Le domande non soddisfatte per insufficienza di fondi, restano valide per i due anni successivi, al termine dei quali, se non liquidate, decadranno dalla graduatoria.

A chi rivolgersi

Per informazioni generali
Ufficio Relazioni con il Pubblico - URP Multiente: Piazza del Comune 9, numero verde 800 058 850

Per informazioni specifiche
Punto Unico di Accesso al Servizio Sociale - PUA: via Roma 101, numero verde 800 922 912

inizio testo

Note

Segnalazioni e precisazioni

I contributi vengono erogati fino ad esaurimento del finanziamento, che dipende dalla disponibilità delle risorse regionali. In caso di disponibilità, il Comune procede all'erogazione sulla base della documentazione attestante le spese (fatture quietanzate).

L'avente diritto al contributo può essere anche persona diversa dal richiedente che si fa carico della spesa di realizzazione degli interventi. In questo caso, il preventivo e le fatture quietanzate dovranno essere intestate all'avente diritto al contributo.

Le domande non soddisfatte per insufficienza di fondi restano valide per i due anni successivi; dopo, se non liquidate, decadono dalla graduatoria. A ciascun richiedente e per una stessa unità immobiliare può essere concesso un solo contributo.

inizio testo

Responsabile del Procedimento

Federico
Romano
Telefono: 0574 1836411
inizio testo

Allegati e documenti

inizio testo

Dove andare

 Protocollo generale

Sede
Piazza del Pesce
, 9
 - 59100
 Prato
 PO
Telefono: 0574 1836061 (pubblico)
0574 1836060 (responsabile ufficio)
Fax: 0574 1837412
OrarioLunedì e giovedì ore 9.00 - 17.00
Martedì, mercoledì e venerdì ore 9.00 - 13.00
E-mail protocollogen@comune.prato.it
PECcomune.prato@postacert.toscana.it
 Guarda indirizzo sulla mappa (apre una nuova finestra)
inizio testo

Funzionario antiritardo

Filippo
Foti
Data ultima revisione dei contenuti della pagina: 09.04.2019

Condividi su:



- Inizio della pagina -
Il progetto Comune di Prato è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it