Comune di Prato


Traduci la pagina con Google Translate:


Che cos'è

Si tratta di un fondo istituito al fine di aiutare le famiglie in difficoltà con il pagamento del mutuo prima casa a seguito di un evento imprevisto quale la perdita del lavoro o morte.

Il Fondo di solidarietà per i mutui consente di richiedere la sospensione del pagamento delle rate del mutuo per un periodo al massimo di 18 mesi.

Il Fondo rimborsa esclusivamente gli oneri finanziari corrispondenti alla quota interessi delle rate per le quali ha effetto la sospensione del pagamento da parte del mutuatario e i costi sostenuti dal beneficiario per eventuali onorari notarili anticipati dalla banca.

La sospensione del pagamento delle rate può essere richiesta per non più di due volte e per un periodo massimo complessivo di diciotto mesi nel corso dell'esecuzione del contratto.

inizio testo

Requisiti

A chi è rivolto

Per poter accedere al fondo occorrono i seguenti requisiti soggettivi:

  • Essere proprietari dell'immobile (sito nel territorio nazionale) oggetto del contratto di mutuo che deve costituire l'abitazione principale del beneficiario;
  • Avere la titolarità di un mutuo di importo erogato non superiore a € 250 mila in ammortamento da almeno un anno;
  • Avere un indicatore ISEE del nucleo familiare non superiore a € 30.000.

In caso di mutuo cointestato è sufficiente che i tre requisiti sussistano in capo anche soltanto ad uno dei mutuatari.

Inoltre occorre essere nella temporanea impossibilità di provvedere al pagamento delle rate, alla loro naturale scadenza, per il verificarsi di uno dei seguenti eventi:

  • Cessazione del rapporto di lavoro subordinato a tempo indeterminato; cessazione del rapporto di lavoro subordinato a tempo determinato; cessazione dei rapporti di lavoro parasubordinato, o di rappresentanza commerciale o di agenzia (art. 409 n. 3 del c.p.c.);
  • Morte o riconoscimento di grave handicap ovvero di invalidità civile non inferiore all'80%.

È richiesto inoltre di non beneficiare, all'atto della presentazione della domanda:

  • Di alcuna misura di sospensione dell'ammortamento del mutuo;
  • Che gli importi delle rate di mutuo per le quali si richiede la sospensione non sono già oggetto di polizza assicurativa stipulata a copertura degli eventi previsti dall'art. 2, comma 3 del DM 132/2010.
inizio testo

Come si ottiene

Termini, scadenze, modalità di presentazione della domanda

Le istanze di accesso al beneficio possono essere presentate presso la banca che ha erogato il mutuo. Le domande devono essere presentate, con tutta la documentazione richiesta, compilando il modulo messo a disposizione sul sito del Dipartimento del Tesoro (vedi sezione "Altre informazioni utili").

Documenti da presentare

Alla domanda deve essere allegata, oltre all'attestazione ISEE (consulta la sezione "Altre informazioni utili") rilasciata da un soggetto abilitato, la documentazione idonea a dimostrare le cause che rendono impossibile l'assolvimento degli obblighi assunti.

Tempi e iter della pratica

La banca – effettuati gli adempimenti di competenza – inoltra l'istanza a CONSAP che, verificati i presupposti, rilascia il nulla osta alla sospensione del pagamento delle rate del mutuo. La banca, acquisito il nulla osta di CONSAP, comunica all'interessato la sospensione dell'ammortamento del mutuo

A chi rivolgersi

Per maggiori informazioni si rimanda al sito del Consap (consulta la sezione "Altre informazioni utili")

inizio testo

Altre informazioni utili

inizio testo
Data ultima revisione dei contenuti della pagina: 10.01.2019

Condividi su:



- Inizio della pagina -
Il progetto Comune di Prato è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it