Traduci la pagina con Google Translate:


Per il mutamento di destinazione d’uso senza opere da cui derivi un aumento del carico urbanistico, le modalità di determinazione del calcolo degli oneri derivano dalla differenza delle tariffe previste per la sostituzione edilizia tra le due destinazioni.

22.12.2018 - Con D.D. n. 4318/2018 sono state aggiornate le tariffe annuali da utilizzare dal 01/01/2019 per il calcolo del contributo di costruzione.

Che cos'è

In caso di opere di un certo rilievo (nuove costruzioni, ampliamenti e ristrutturazioni edilizie), e nella generalità dei casi per gli interventi che comportano aumento di carico urbanistico (aumento delle superfici utili degli edifici, mutamento delle destinazioni d’uso e aumento del numero delle unità immobiliari) è necessario versare al Comune il contributo di costruzione.

Il permesso di costruire e la scia, nei casi previsti, comportano la corresponsione di un contributo commisurato alle spese di urbanizzazione nonché al costo di costruzione.

Gli interventi di manutenzione straordinaria eseguibili con comunicazione di inizio attività edilizia che comportano aumento del numero delle unità immobiliari ( art. 136 co 2 lettera a) l.r. 65/2014), nonché i mutamenti di destinazione degli immobili con destinazione d’uso non residenziale (136 , comma 2 lettera g) l.r. 65/2014), ed i mutamenti di destinazione d’uso eseguiti in assenza di opere edilizie, quando prevedono aumento di carico urbanistico, comportano la corresponsione del solo contributo commisurato alle spese di urbanizzazione.

La determinazione del contributo di costruzione per i titoli abilitativi sottoposti a istruttoria e rilasciati dal Servizio (Permesso di costruire, Accertamento di conformità etc.), sono effettuati direttamente dall’ufficio.

Nel caso di interventi sottoposti a scia o comunicazione di inizio attività edilizia libera il contributo di costruzione è auto calcolato dal progettista abilitato e corrisposto all’atto di presentazione quale elemento essenziale.

Il contributo può essere rateizzato in non più di sei rate semestrali; in questo caso il soggetto obbligato è tenuto a prestare al Comune idonee garanzie fideiussorie. Sulle singole rate e sulle relative sanzioni per ritardato pagamento sono dovuti gli interessi legali.
Possono essere rateizzati, con le stesse modalità e garanzie, dio cui al precedente comma, gli importi dovuti a titolo di monetizzazione degli standard urbanistici. Per maggiori informazioni sulla rateizzazione vedi la pagina "Contributo di costruzioni: rateizzazione".

Il contributo di costruzione è regolamentato dall'Allegato Y del Regolamento Edilizio.

inizio testo

Come si ottiene

Costi e modalità di pagamento

Modalità di calcolo

Per effettuare il calcolo del contributo di costruzione accedere al servizio on line.

Come e dove pagare

Per tutte le informazione su come e dove pagare le somme attese (calcolate dall'ufficio) e quelle non attese (auto calcolate) è possibile consultare la pagina: Pagamenti: come e dove pagare i servizi relativi alle attività edilizie.

inizio testo

Note

Segnalazioni e precisazioni

Per il mutamento di destinazione d’uso senza opere, nel caso di passaggio tra una categoria funzionale principale (art. 99 della L.R.Toscana n. 65/2014) da cui derivi un aumento del carico urbanistico, le modalità di determinazione del calcolo degli oneri derivano dalla differenza delle tariffe previste per la sostituzione edilizia tra le due destinazioni. Per i passaggi tra le destinazioni che non prevedevano il pagamento del contributo sul costo di costruzione (artigianale-industriale o agricolo) dovrà essere previsto anche il versamento del contributo sul costo di costruzione.

Il calcolo deve essere effettuato manualmente.

Resta fermo che qualora l’intervento di trasformazione complessiva sia inquadrabile di sostituzione edilizia o ristrutturazione urbanistica, le tariffe tabellari  da applicare dovranno riferirsi a quelle stabilite per i suddetti interventi.

inizio testo

Allegati e documenti

  • File pdf Tariffe da utilizzare per il calcolo del contributo di costruzione - Anno 2019 in formato .pdf (24 kB)
  • File pdf Tariffe da utilizzare per il calcolo del contributo di costruzione - Anno 2018 in formato .pdf (39 kB)
  • inizio testo

    Dove andare

     Sportello per l'edilizia e le attività produttive (Sueap)

    Sede
    Via Giotto
    , 4
     - 59100
     Prato
     PO
    Centralino0574 1836855 (attivo il martedi dalle 9.00 - 13.00 e il venerdì dalle 9.00 - 11.00)
    Telefono: Servizio di help desk della Rete Regionale dei Suap dedicato al solo supporto tecnico informatico per problemi nell'utilizzo del Sistema Telematico di Accettazione Regionale (STAR) delle pratiche:
    - Numero verde 800 980102 (con orario 8.00-20.00 dal lunedì al sabato, escluso festivi), fax 055 0481460, email reteregionale-suap@regione.toscana.it

    Assistenza telefonica da parte del SUEAP del Comune di Prato, per ogni altro problema amministrativo:
    - Numero 0574 1836855, il martedì ore 9.00 - 13.00 e il venerdì ore 9.00 - 11.00
    Fax: 0574 1837373 (edilizia)
    0574 1837355 (impresa)
    OrarioAttività produttive (commercio, artigianato, industria, turismo, polizia amministrativa):
    - Informazioni allo sportello, presentandosi direttamente: mercoledì ore 9.00 - 13.00

    Attività edilizie
    - Informazioni allo sportello (escluso informazioni tecniche), presentandosi direttamente: lunedì 15.00 -17.00 e mercoledì 9.00 - 11.00
    - Per i tavoli tecnici vedere dettaglio orari.

    Numerazione civica (toponomastica)
    - Informazioni allo sportello: giovedì ore 9.00 - 13.00 (presso la sede di Viale Vittorio Veneto n. 9, piano secondo)

    E-mail
    E-mail: sportelloedilizia@comune.prato.it
     - attivitaeconomiche@comune.prato.it
    Sito web
    Note

    infoedilizie@comune.prato.it (per informazioni sui servizi online di presentazione pratiche)

    La sede del SUEAP ospita gli incontri dell'Organismo di Composizione della Crisi da sovraindebitamento.

     Guarda indirizzo sulla mappa (apre una nuova finestra)
    inizio testo
    Data ultima revisione dei contenuti della pagina: 25.07.2019

Condividi su:



- Inizio della pagina -
Il progetto Comune di Prato è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it