Comune di Prato


Traduci la pagina con Google Translate:


7.12.2016 - È stato approvato il 25 novembre 2016 il decreto legislativo 222/2016, detto anche SCIA 2, che individua in dettaglio i procedimenti oggetto di autorizzazione, segnalazione certificata di inizio attività (SCIA), silenzio-assenso, ecc...
Le pagine informative sono in fase di verifica e aggiornamento per essere adeguate al nuovo decreto che entrerà in vigore a partire dall'11 dicembre 2016.

Che cos'è

Modulistica, documentazione e procedura relativa agli interventi per installazione e modifiche da apportare a impianti ricetrasmittenti, come quelli per l’erogazione del servizio pubblico di telefonia per comunicazioni mobili e personali (GSM, ETACS, UMTS, DCS, LTE e DECT), e di altri servizi similari (WI-FI, WLL, TV, TV digitale terrestre, emittenti radio in genere, ecc.) nonché tutti quelli disciplinati dalla Legge quadro 36/01 operanti nell’intervallo di frequenza compresa tra 100 KHz e 300 GHz.

inizio testo

Requisiti

A chi è rivolto

Enti gestori o interessati all’installazione o modifica di impianti ricetrasmittenti, come quelli per l’erogazione del servizio pubblico di telefonia mobile (GSM, ETACS, UMTS, DCS, LTE e DECT), e di altri servizi similari (WI-FI, WLL, TV, TV digitale terrestre, emittenti radio in genere, ecc) nonché tutti quelli disciplinati dalla Legge quadro 36/01 operanti nell’intervallo di frequenza compresa tra 100 KHz e 300 GHz.

inizio testo

Come si ottiene

Termini, scadenze, modalità di presentazione della domanda

L’istanza deve pervenire al SUEAP, tramite Posta Elettronica Certificata all’indirizzo comune.prato@postacert.toscana.it.

L’istanza da presentare è una richiesta di autorizzazione qualora l’impianto abbia potenza maggiore di 20 W, o una Dichiarazione di inizio attività (DIA) nel caso si tratti di impianto con potenza minore o uguale a 20 W.

In entrambi i casi il Comune di Prato è tenuto a pronunciarsi entro 90 giorni dalla data di ricezione dell’istanza (esclusi i tempi di interruzione del procedimento per eventuali richieste di integrazione).
Se entro tale tempistica il Comune di Prato non ha inoltrato al richiedente alcun pronunciamento, vale il silenzio-assenso.

Qualora l'invio telematico sia effettuato da soggetto diverso dal richiedente, dovrà essere allegata la procura speciale per l'invio e la firma digitale.

Documenti da presentare

I documenti elettronici (file) devono essere firmati digitalmente ed allegati alla PEC con le modalità definite nel "Manuale tecnico per l'inoltro telematico delle istanze allo Sportello per l'edilizia e le attività produttive" e nelle "Specifiche tecniche per l'invio dei documenti elettronici" (vedi Modulistica) :

  • Domanda ai sensi D.Lgs 259/2003;
  • scheda tecnica dell’impianto;
  • estratto del Piano Particolareggiato di localizzazione approvato con D.C.C. n° 101 del 16/6/2005;
  • estratto di PRG dell’area interessata;
  • estratto catastale dell’area circostante l’impianto;
  • planimetria aggiornata dell’area circostante l’impianto in scala opportuna con individuazione degli immobili siti nell’area fino a un raggio di 300 metri; di tali edifici dovrà essere chiaramente indicata l’altezza e la destinazione d’uso;
  • documentazione fotografica ripresa dai vertici dei coni ottici più significativi;
  • relazione tecnica a firma di un progettista abilitato;
  • elaborati grafici di progetto redatti ai sensi della normativa vigente in materia;
  • pratica tecnica attestante i livelli di campo elettromagnetici sul territorio anche con l’ausilio di elaborazioni grafiche in pianta e in sezione delle simulazioni di installazione;
  • segnalazione del responsabile della sicurezza del cantiere e/o dell’impianto;
  • segnalazione della presenza di impianti di diffusione radiotelevisiva nel raggio di 3 km o di telefonia mobile nel raggio di 300 metri dalla Stazione Radio Base e da tutte le altre sorgenti di radiofrequenza di potenza superiore a 5 W nel raggio di 500 metri;
  • nel caso il sito prescelto sia sottoposto a vincoli particolari (vincolo paesaggistico, monumentale/architettonico, ecc) deve essere presentata la modulistica e tutta la documentazione necessaria per avere il nulla osta comunale rispetto a tali vincoli;
  • nel caso il sito prescelto comporti lavori da eseguire su strade pubbliche o sue pertinenze (marciapiedi, rotatorie, ecc) deve essere presentata la richiesta di autorizzazione al Servizio Mobilità e Infrastrutture U.O.  Urbanizzazioni Private del Comune di Prato ai sensi del Nuovo Regolamento per lavori in sede stradale approvato con D.C.C. 204/2006.

Tempi e iter della pratica

Il Comune è tenuto a pronunciarsi entro 90 giorni dalla data di presentazione dell’istanza nel caso non lo faccia vale il silenzio-assenso. Nei 90 giorni sono esclusi i tempi di interruzione del procedimento per eventuali richieste di integrazione.

Per il rilascio dell’autorizzazione o accoglimento della DIA, devono essere ottenuti, direttamente dall'ufficio, i pareri positivi dell’ARPAT di Prato (campi elettromagnetici entri i limiti previsti dalla Normativa vigente) e dell'U.O. Tutela dell’Ambiente (conformità al Piano di localizzazione approvato dal Comune di Prato).

Qualora i lavori interessino strade pubbliche o loro pertinenze deve essere ottenuta l’autorizzazione del Servizio Mobilità e Infrastrutture U.O.  Urbanizzazioni Private del Comune di Prato. Nel caso il sito prescelto sia sottoposto a vincoli particolari (paesaggistico, monumentale, ecc) deve esser ottenuto il relativo nulla osta.

inizio testo

Note

Segnalazioni e precisazioni

Normativa di riferimento:

  • D. Lgs. 259/2003 – Legge quadro 36/2001;
  • Piano di localizzazione approvato Delibera di Consiglio n. 101 del 16/6/2005;
  • Il piano è stato variato con Delibera di Consiglio n. 202 del 2007 esecutiva dal 29/12/2007.
inizio testo

Responsabile e antiritardo

Responsabile del Procedimento

Simona
Fedi
Telefono: 0574 1836849

Funzionario antiritardo

Riccardo
Pecorario
Telefono: 0574 1836921
inizio testo

Altre informazioni utili

inizio testo

Dove andare

 Sportello per l'edilizia e le attività produttive (Sueap)

Sede
Via Giotto
, 4
 - 59100
 Prato
 PO
Centralino0574 1836855
Fax: 0574 1837373 (edilizia)
0574 1837355 (impresa)
OrarioAttività produttive (commercio, artigianato, industria, turismo, polizia amministrativa):
- Informazioni allo sportello, presentandosi direttamente: mercoledì ore 9.00 - 13.00

- Assistenza telefonica, da rete fissa e solo per inoltro telematico delle pratiche tramite Portale Regionale: numero verde 800 737 601, lunedì e mercoledì ore 9.00 - 13.00; venerdì ore 9.00 - 11.00
- Assistenza telefonica, da linea mobile e per ogni altra richiesta: telefono 0574 1836855; lunedì e mercoledì ore 9.00 - 13.00; venerdì ore 9.00 - 11.00

Attività edilizie
- Informazioni allo sportello (escluso informazioni tecniche), presentandosi direttamente: lunedì 15.00 -17.00 e mercoledì 9.00 - 11.00
- Per i tavoli tecnici vedere dettaglio orari.

Numerazione civica (toponomastica)
- Informazioni allo sportello: giovedì ore 9.00 - 13.00 (presso la sede di Viale Vittorio Veneto n. 9, piano secondo)

E-mail
E-mail: sportelloedilizia@comune.prato.it
 - attivitaeconomiche@comune.prato.it
Sito web
Note

infoedilizie@comune.prato.it (per informazioni sui servizi online di presentazione pratiche)

La sede del SUEAP ospita lo Sportello amianto ed è inoltre sede degli incontri dell'Organismo di Composizione della Crisi da sovraindebitamento.

 Guarda indirizzo sulla mappa (apre una nuova finestra)
inizio testo
Data ultima revisione dei contenuti della pagina: 11.01.2018

Condividi su:



- Inizio della pagina -
Il progetto Comune di Prato è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it