Traduci la pagina con Google Translate:


SCHEDA AGGIORNATA a seguito dell'entrata in vigore il 13.12.2018 della L.R. 62 del 23.11.2018 "Codice del Commercio. Testo Unico in materia di commercio in sede fissa e su aree pubbliche, somministrazione di alimenti e bevande, vendita di stampa quotidiana e periodica, distribuzione di carburanti e attività fieristico-espositiva". 

Fino all'entrata in vigore del nuovo Regolamento attuativo (la data prevista è 13.6.2019), continua ad applicarsi, relativamente alle parti compatibili, il Regolamento di attuazione della L.R. 28/2005, emanato con D.P.G.R. 15/R/2009.

Si definisce commercio all'ingrosso - ai sensi dell'art. 13 comma 1 lettera "a" della L.R. 62/2018 - l'attività svolta da chiunque professionalmente acquista merci in nome e per conto proprio e le rivende ad altri commercianti, all'ingrosso o al dettaglio, o ad utilizzatori professionali, o ad altri utilizzatori in grande.

La presentazione della pratica tramite il SUAP del Comune non esonera l'impresa dall'obbligo di denunciare l'attività al Repertorio Economico Amministrativo (REA) tenuto dalla Camera di Commercio (CCIAA).

In presenza di tutti i requisiti necessari, l'attività può essere legittimamente iniziata dalla data di presentazione della comunicazione.

L’esercizio congiunto, nello stesso locale, dell'attività di vendita all'ingrosso e al dettaglio, è assoggettato al regime abilitativo previsto per l’esercizio del commercio al dettaglio e al rispetto dei requisiti previsti dalla normativa statale e regionale, nonché dai regolamenti comunali.

Si applicano i regimi amministrativi specifici previsti per le seguenti vendite specifiche:

-  al minuto di alcolici

-  al minuto di farmaci da banco e medicinali veterinari

-  al minuto di GPL per combustione

-  al minuto di gas infiammabili in recipienti mobili compressi

-  al minuto di prodotti fitosanitari

-  al minuto di prodotti agricoli e zootecnici, mangimi, prodotti di origine minerale e chimico industriali destinati all'alimentazione animale

-  di oggetti preziosi

-  di armi diverse da quelle da guerra. 

 

Ai fini dell’individuazione del regime abilitativo a cui sottoporre l’esercizio di vendita congiunta all'ingrosso e dettaglio, e dell'applicazione degli standard urbanistici e di viabilità, la superficie di vendita dell’esercizio viene determinata dalla somma delle superfici destinate alla vendita al dettaglio e di quelle destinate alla vendita all’ingrosso, salvo quanto espressamente previsto ai commi 5 e 6 della L.R. 62/2018. 

La parte di superficie di vendita eccedente le suddette dimensioni viene calcolata nei modi ordinari.
Le disposizioni di cui al comma 6 della L.R. 62/2018 non sono cumulabili con quelle di cui all’articolo 27, comma 2, qualora vi sia coincidenza di prodotti. In tale ipotesi si applica la disciplina più favorevole all'esercente. 

 

L'apertura, il trasferimento di sede, l'ampliamento ed il subingresso di un'attività di commercio all'ingrosso non alimentare sono soggetti a comunicazione, da trasmettere, a scelta dell'interessato:

  • direttamente alla Camera di Commercio (CCIAA), in modalità telematica tramite ComUnica

        oppure

La presentazione della comunicazione tramite il Comune non esonera l'impresa dall'obbligo di denunciare l'attività al Repertorio Economico Amministrativo (REA) tenuto dalla CCIAA.

In presenza di tutti i requisiti necessari, l'attività può essere legittimamente iniziata dalla data di presentazione (alla CCIAA o al Comune) della comunicazione. 

 

L'esercizio congiunto, nello stesso locale, dell'attività di vendita all'ingrosso e al dettaglio è soggetto al regime abilitativo previsto per l'esercizio del commercio al dettaglio e al rispetto dei requisiti previsti dalla normativa statale e regionale e dai regolamenti comunali. I dati e le informazioni necessarie devono essere compilati nei moduli unificati standardizzati relativi alla specifica attività di commercio al dettaglio.

Ai fini dell’individuazione del regime abilitativo cui sottoporre l’esercizio commerciale congiunto e dell’applicazione degli standard urbanistici e di viabilità, la superficie di vendita dell’esercizio viene determinata dalla somma delle superfici destinate alla vendita al dettaglio e di quelle destinate alla vendita all’ingrosso.

Negli esercizi che vendono nello stesso locale, all’ingrosso e al dettaglio, 

a)  macchine, attrezzature e articoli tecnici per l’agricoltura, l’industria, il commercio e l’artigianato
b)  materiale elettrico
c)  colori e vernici, carte da parati
d)  ferramenta e utensileria
e)  articoli per impianti idraulici, a gas e igienici
f)   articoli per riscaldamento
g)  strumenti scientifici e di misura
h)  macchine per ufficio
i)   auto-moto-cicli e relativi accessori e parti di ricambio
j)   combustibili
k)  materiali per l’edilizia
l)   legnami                                                                                                                                                                          m) piante, fiori, attrezzature e articoli per il giardinaggio

la superficie di vendita viene calcolata nella misura del 50% qualora non sia superiore a 5.000 metri quadrati, essendo Prato un Comune con popolazione superiore a 10.000 abitanti.  La parte di superficie di vendita eccedente le suddette dimensioni viene calcolata nei modi ordinari.

Quest'ultima disposizione non è cumulabile con quella per gli esercizi del settore non alimentare a grande fabbisogno di superficie (vedi oltre). In tale ipotesi, si applica la disciplina più favorevole all’esercente.

 

Sono merci a grande fabbisogno di superficie i seguenti prodotti:

a)  auto-moto-cicli, natanti e relativi accessori e parti di ricambio
b)  legnami
c)  combustibili
d)  macchine, attrezzature e articoli tecnici per l’agricoltura, il giardinaggio, l’industria, il commercio e l’artigianato
e)  materiali per l’edilizia e ferramenta
f)   materiali termo-idraulici
g)  mobili.

Ai fini dell’individuazione del regime abilitativo cui sottoporre l’attività e dell’applicazione degli standard urbanistici e di viabilità, la superficie di vendita degli esercizi specializzati nella vendita esclusiva delle merci a grande fabbisogno di superficie è calcolata come di seguito:

a) qualora non superi le dimensioni di una media struttura, nella misura di un decimo della superficie di vendita, calcolata ai sensi dell’articolo 13, comma 1, lettera c) L.R. 62/2018

b) qualora superi le dimensioni di una media struttura, nella misura di un decimo della superficie di vendita,
calcolata ai sensi dell’articolo 13, comma 1, lettera c) L.R. 62/2018, fino al limite di cui alla lettera a) e nella misura di un quarto per la parte eccedente tale limite.

Tali disposizioni, qualora vi sia coincidenza di prodotti, non sono cumulabili con quelle anzidette. In tale ipotesi, si applica la disciplina più favorevole all’esercente.

 

In caso di esercizio con superficie totale lorda, comprensiva di servizi e depositi (es. magazzini) superiore a 400 mq, o comunque se l'attività ricade in uno qualsiasi dei punti dell'Allegato 1 al D.P.R. 151/2011:

a) l'apertura, il trasferimento di sede e l'ampliamento sono soggetti al regime amministrativo della SCIA unica, che comporta:

  •  una comunicazione come sopra, direttamente alla Camera di Commercio o per il tramite del SUEAP;
  •  una Segnalazione Certiificata di Inizio Attività (SCIA) per la prevenzione incendi, da presentare contestualmente alla comunicazione e che sarà trasmessa a cura del SUEAP ai Vigili del Fuoco.  

b) il subingresso è soggetto a comunicazione, più comunicazione per voltura della prevenzione incendi che sarà trasmessa a cura del SUEAP ai Vigili del Fuoco.   

 

La cessazione di un'attività di commercio all'ingrosso non alimentare è soggetta a comunicazione alla CCIAA, in modalità telematica tramite ComUnica

 

La dichiarazione sostitutiva relativa al possesso dei requisiti morali ai sensi dell'art. 71 del D.L.gs.59/2010 può non essere presente in STAR per tutti i codici attività ATECO 45 (commercio all'ingrosso e riparazione di autoveicoli e motocicli) e 46 (commercio all'ingrosso, escluso quello di autoveicoli e motocicli).

In caso di assenza in STAR, presentare la dichiarazione dei requisiti morali come allegato, utilizzando il modulo della Camera di Commercio, scaricabile qui sotto.

Altre informazioni utili

inizio testo

Dove andare

 Camera di Commercio di Prato

Sede
Via del Romito
, 71
 - 59100
 Prato
 PO
Centralino0574 61261
OrarioDal lunedì al venerdì ore 8.30 - 12.30. Lunedì e giovedì anche 14.30 - 15.40.
Sabato chiuso.
Orario estivoChiuso il 14 agosto
PECprotocollo@po.legalmail.camcom.it
Sito web
 (sito esterno alla Rete Civica)
 Guarda indirizzo sulla mappa (apre una nuova finestra)

 Sportello per l'edilizia e le attività produttive (Sueap)

Sede
Via Giotto
, 4
 - 59100
 Prato
 PO
Centralino0574 1836855 (attivo il martedi dalle 9.00 - 13.00 e il venerdì dalle 9.00 - 11.00)
Telefono: Servizio di help desk della Rete Regionale dei Suap dedicato al solo supporto tecnico informatico per problemi nell'utilizzo del Sistema Telematico di Accettazione Regionale (STAR) delle pratiche:
- Numero verde 800 980102 (con orario 8.00-20.00 dal lunedì al sabato, escluso festivi), fax 055 0481460, email reteregionale-suap@regione.toscana.it

Assistenza telefonica da parte del SUEAP del Comune di Prato, per ogni altro problema amministrativo:
- Numero 0574 1836855, il martedì ore 9.00 - 13.00 e il venerdì ore 9.00 - 11.00
Fax: 0574 1837373 (edilizia)
0574 1837355 (impresa)
OrarioAttività produttive (commercio, artigianato, industria, turismo, polizia amministrativa):
- Informazioni allo sportello, presentandosi direttamente: mercoledì ore 9.00 - 13.00

Attività edilizie
- Informazioni allo sportello (escluso informazioni tecniche), presentandosi direttamente: lunedì 15.00 -17.00 e mercoledì 9.00 - 11.00
- Per i tavoli tecnici vedere dettaglio orari.

Numerazione civica (toponomastica)
- Informazioni allo sportello: giovedì ore 9.00 - 13.00 (presso la sede di Viale Vittorio Veneto n. 9, piano secondo)

E-mail
E-mail: sportelloedilizia@comune.prato.it
 - attivitaeconomiche@comune.prato.it
Sito web
Note

infoedilizie@comune.prato.it (per informazioni sui servizi online di presentazione pratiche)

La sede del SUEAP ospita gli incontri dell'Organismo di Composizione della Crisi da sovraindebitamento.

 Guarda indirizzo sulla mappa (apre una nuova finestra)
inizio testo
Data ultima revisione dei contenuti della pagina: 04.03.2019

Condividi su:



- Inizio della pagina -
Il progetto Comune di Prato è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it