Comune di Prato


Traduci la pagina con Google Translate:


13.6.2018 - SCHEDA IN AGGIORNAMENTO per adeguarla:

  1.  alle modifiche apportate dalla L.R. 24/2018 al "Testo unico del sistema turistico regionale", approvato con L.R. 86/2016
  2.  alla modulistica di cui al D.Lgs. 222/2016 (Madia 2).

 

02.01.2018 - Entro il 12 gennaio 2018 gli affittacamere già in possesso di titolo per somministrazione di alimenti e bevande agli alloggiati al 12/01/2017, per continuare l'attività di somministrazione, devono presentarre al SUEAP, esclusivamente attraverso il Sistema Telematico di Accettazione Regionale (STAR)

  • una comunicazione per continuare a somministrare solo la prima colazione;
  • una Segnalazione Certificata di Inizio Attività (SCIA) se intendono somministrare, oltre alla colazione, il pranzo e/o la cena (se già imprenditoriali, in luogo della SCIA, è richiesta la comunicazione).

Solo alle attività non imprenditoriali è consentito, in via del tutto eccezionale e vista la natura dell'adempimento, l'invio della comunicazione attraverso Posta Elettronica Certificata (PEC) utilizzando la modulistica di riferimento (vedi sezione Modulistica).

 

 

Si invitano gli interessati a trascurare, in quanto non più aggiornate, le informazioni contenute come "Note relative all'attività" a pagina 6 del modulo "Affittacamere e Bed & Breakfast - Modiche/Variazini/Subentro" attualmente disponibile nella sezione Modulistica

Per ulteriori informazioni contattare Ufficio Turismo e SUEAP.

Che cos'è

Sono esercizi di affittacamere le strutture ricettive composte da non più di 6 camere per i clienti, con una capacità ricettiva non superiore a 12 posti letto, ubicate nella stessa unità immobiliare, nelle quali sono forniti alloggio e servizi minimi.

L'attività può essere esercitata:

- in forma imprenditoriale: uno stesso soggetto non può gestire più di 2 esercizi di affittacamere nell'ambito del medesimo edificio; nulla osta a che tale medesimo edificio ospiti più di 2 esercizi di affittacamere, a condizione che gli esercizi stessi vengano gestiti da soggetti diversi;

- in forma non imprenditoriale: esclusivamente nella casa dove la persona fisica ha la residenza e il domicilio.

Nel caso in cui il titolare della struttura sia una persona fisica e non giuridica, è obbligatoria la nomina di un gestore.

Il titolare e il gestore possono nominare loro rappresentanti purché in possesso degli stessi requisiti richiesti al titolare e al gestore.

 

inizio testo

Requisiti

A chi è rivolto

ATTENZIONE ! 

SEZIONE IN AGGIORNAMENTO ALLA L.R. 86/2016

 

Il titolare o gestore dell'attività (o il rappresentante nel caso sia stato nominato), quando non presenti nell'esercizio, devono comunque essere reperibili.

Per esercitare l'attività si devono possedere i requisiti previsti dagli articoli 11 e 92 del TULPS approvato con Regio Decreto n. 773/1931 e successive modifiche, e non essere iscritto nel registro antimafia Decreto Legislativo 159/2011.

L'attività di affittacamere può essere esercitata in locali con destinazione d'uso civile abitazione, muniti di regolare abitabilità che devono, quindi, possedere i requisiti strutturali ed igienico-edilizi previsti per le civili abitazioni, anche per quanto riguarda le superfici minime delle camere e degli altri locali.

La struttura deve essere tale che, alle singole camere da letto degli ospiti, si possa accedere senza dover passare attraverso le camere o i servizi degli altri ospiti o i servizi destinati alla famiglia.
Nelle stanze di soggiorno di uso comune non possono essere installati letti aggiunti.
Gli appartamenti utilizzati devono essere dotati, ogni otto posti o frazione comprese le persone appartenenti al nucleo familiare e conviventi, di un servizio igienico sanitario, completo di wc con cacciata d’acqua, lavabo, vasca da bagno o doccia, bidet o soluzione equivalente, specchio.

Ciascuna camera deve avere un arredamento minimo composto da: letto, sedia o sgabello per persona, armadio, cestino rifiuti, tavolo.

Devono essere assicurati i seguenti servizi minimi compresi nel prezzo:

  • Pulizia giornaliera dei locali;
  • Cambio della biancheria ad ogni cambio di cliente e almeno una volta a settimana;
  • Fornitura di energia elettrica, acqua calda e fredda e riscaldamento;
  • Addetto sempre reperibile.

Devono essere esposti:

  • Insegna con denominazione e indicazione della tipologia;
  • Nella zona di ricevimento dei clienti deve essere esposta in modo ben visibile la SCIA (Segnalazione Certificata di inizio Attività).

 

inizio testo

Come si ottiene

Termini, scadenze, modalità di presentazione della domanda

L'apertura, il subentro, il trasferimento e le variazioni della capacità ricettiva di un'attività di affittacamere sono subordinate alla presentazione allo Sportello Unico per l'Edilizia e le Attività Produttive (SUEAP) di una Segnalazione Certificata di Inizio Attività (SCIA), in modalità on line, esclusivamente tramite il Sistema Telematico di Accettazione Regionale (STAR) e utilizzando il codice attività 55.441R.

Il trasferimento e l'ampliamento della capacità ricettiva dell'attività sono equiparati alla nuova apertura riguardo alle caratteristiche strutturali dell'immobile.

 

 

Entro il 12 gennaio 2018 gli affittacamere già in possesso di titolo per somministrazione di alimenti e bevande agli alloggiati alla data del 12/01/2017, per continuare l'attività di somministrazione, devono presentare, esclusivamente attraverso il Sistema Telematico di Accettazione Regionale (STAR)

  • una comunicazione per continuare a somministrare solo la prima colazione;
  • una Segnalazione Certificata di Inizio Attività (SCIA) se intendono somministrare, oltre alla colazione, il pranzo e/o la cena (se già imprenditoriali, in luogo della SCIA, è richiesta la comunicazione).

Solo alle attività non imprenditoriali è consentito, in via del tutto eccezionale e vista la natura dell'adempimento, l'invio della comunicazione attraverso Posta Elettronica Certificata (PEC) utilizzando la modulistica di riferimento (vedi sezione Modulistica).

 

 

Documenti da presentare

ATTENZIONE !

SEZIONE IN AGGIORNAMENTO ALLA L.R. 86/2016 E AL D.LGS. 222/2016

 

Documenti da allegare alla SCIA, in caso di avvio attività:

  • Planimetria aggiornata dei locali, in scala 1:100, con riferimento per ciascun locale, al:
    - Numero dei posti letto;
    - Destinazione d'uso;
    - Altezza;
    - Superficie di calpestio;
    - Superficie fenestrata apribile e rapporto illuminante, timbrata e redatta da un tecnico abilitato.
  • Relazione di un tecnico abilitato, contenente le  dichiarazione di conformità dei locali alle vigenti norme in materia urbanistica ed edilizia e specifica descrizione dei locali, compresa l'individuazione del numero delle camere con relativi posti letto e delle attrezzature;
  • Certificazione di conformità degli impianti elettrici, termici, gas (Legge 46/90);
  • Autocertificazione del possesso dei requisiti morali e antimafia;
  • Ricevuta di pagamento dei diritti di segreteria SUEAP;
  • Documento di identità del dichiarante;
  • Nel caso di cittadini non appartenenti all'Unione Europea: occorre copia del permesso di soggiorno;
  • Procura speciale, se l'invio non è effettuato direttamente dall'interessato

Documenti da allegare, in caso di trasferimento/modifica:

  • Planimetria aggiornata dei locali, in scala 1:100, con riferimento per ciascun locale, al:
    - Numero dei posti letto;
    - Destinazione d'uso;
    - Altezza;
    - Superficie di calpestio;
    ​- Superficie fenestrata apribile e rapporto illuminante, timbrata e redatta da un tecnico abilitato;
  • Relazione di un tecnico abilitato, contenente le  dichiarazione di conformità dei locali alle vigenti norme in materia urbanistica ed edilizia e specifica descrizione dei locali, compresa l'individuazione del numero delle camere con relativi posti letto e delle attrezzature;
  • Certificazione di conformità degli impianti elettrici, termici, gas (Legge 46/90);
  • Nel caso di cittadini non appartenenti all'Unione Europea: occorre copia del permesso di soggiorno.

Documenti da allegare alla comunicazione, in caso di subentro nell'attività:

  • Copia del contratto notarile o certificazione notarile dell’atto di cessione d’azienda (per compravendita, affitto, donazione, eredità, ecc.);
  • In caso di subentro per decesso del titolare: copia della dichiarazione sostitutiva di atto notorio attestante la qualità di erede;
  • Attestazione di pagamento dei diritti di segreteria SUEAP;
  • Autocertificazione del possesso dei requisiti morali e antimafia;
  • Nel caso di cittadini non appartenenti all’Unione Europea, copia del permesso di soggiorno.

Costi e modalità di pagamento

A favore del Comune di Prato:

Vedi la pagina Diritti di segreteria e istruttoria per le attività produttive e la polizia amministrativa.

 

A favore della Azienda USL Toscana Centro:

Tariffa ISP 6 del Tariffario delle prestazioni comuni a più aree di attività della Prevenzione Collettiva, con causale "diritti di istruttoria strutture ricettive extra-alberghiere", da versare tramite bollettino di conto corrente postale n. 26183509, intestato a "Azienda USL Toscana Centro ex Azienda USL 4 Prato - Gestione Riscossione”, tramite uffici postali o sportelli Banca Cassa di Risparmio di Firenze, oppure con bonifico bancario intestato alla Tesoreria della Azienda USL 4 Prato presso Cassa Risparmio di Firenze con IBAN: IT 42 C0760102800000026183509.

inizio testo

Note

Segnalazioni e precisazioni

Normativa di riferimento:

  • Testo unico del sistema turistico regionale, approvato con L.R. Toscana 86/2016 e del quale ancora manca il relativo Regolamento attuativo;
  • L.R. Toscana 34/2017 (modifiche alla L.R. 86/2016);
  • D.P.G R. 18/R del 23/04/2001, modificato dal D.P.G.R. 46/R del 07/08/2007, per quanto ancora applicabile;
  • D.Lgs. 222/2016 (Madia 2) e relativa Tabella A sul regime amministrativo applicabile.

 

inizio testo

Responsabile del Procedimento

Michela
Lilli
Telefono: 0574 1836926
inizio testo

Allegati e documenti

inizio testo

Altre informazioni utili

inizio testo

Dove andare

 Sportello per l'edilizia e le attività produttive (Sueap)

Sede
Via Giotto
, 4
 - 59100
 Prato
 PO
Centralino0574 1836855
Fax: 0574 1837373 (edilizia)
0574 1837355 (impresa)
OrarioAttività produttive (commercio, artigianato, industria, turismo, polizia amministrativa):
- Informazioni allo sportello, presentandosi direttamente: mercoledì ore 9.00 - 13.00

- Assistenza telefonica, da rete fissa e solo per inoltro telematico delle pratiche tramite Portale Regionale: numero verde 800 737 601, lunedì e mercoledì ore 9.00 - 13.00; venerdì ore 9.00 - 11.00
- Assistenza telefonica, da linea mobile e per ogni altra richiesta: telefono 0574 1836855; lunedì e mercoledì ore 9.00 - 13.00; venerdì ore 9.00 - 11.00

Attività edilizie
- Informazioni allo sportello (escluso informazioni tecniche), presentandosi direttamente: lunedì 15.00 -17.00 e mercoledì 9.00 - 11.00
- Per i tavoli tecnici vedere dettaglio orari.

Numerazione civica (toponomastica)
- Informazioni allo sportello: giovedì ore 9.00 - 13.00 (presso la sede di Viale Vittorio Veneto n. 9, piano secondo)

E-mail
E-mail: sportelloedilizia@comune.prato.it
 - attivitaeconomiche@comune.prato.it
Sito web
Note

infoedilizie@comune.prato.it (per informazioni sui servizi online di presentazione pratiche)

La sede del SUEAP ospita gli incontri dell'Organismo di Composizione della Crisi da sovraindebitamento.

 Guarda indirizzo sulla mappa (apre una nuova finestra)
inizio testo

Funzionario antiritardo

Riccardo
Pecorario
Telefono: 0574 1836921
Data ultima revisione dei contenuti della pagina: 13.06.2018

Condividi su:



- Inizio della pagina -
Il progetto Comune di Prato è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it