Comune di Prato


Traduci la pagina con Google Translate:


16.10.2017 -  SCHEDA IN AGGIORNAMENTO  a seguito dell'accordo tra Governo Regioni ed Enti Locali raggiunto in Conferenza Unificata il 4.5.2017 sull'adozione di moduli unificati standardizzati per la presentazione di segnalazioni, comunicazioni e istanze.

Che cos'è

SEZIONE IN AGGIORNAMENTO

Per attività di somministrazione si intende la vendita al pubblico di alimenti e bevande, comprese quelle alcoliche di qualsiasi gradazione, per il consumo sul posto, all’interno di pubblici esercizi o in aree esterne attrezzate a tal fine con tavoli e sedie in modo da consentirne la permanenza e con l'utilizzo di stoviglie (piatti, posate, bicchieri, ecc.).

Il D. Lgs 147/2012, che ha modificato il D. Lgs 59/2012, ha introdotto la possibilità, anche per le ditte individuali, di avere un preposto, addetto alla somministrazione, diverso dal titolare.

Con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 2/2009, poi modificata dalla D.C.C. n. 23/2010 e D.C.C. n. 7/2014, sono stati approvati nuovi criteri e requisiti qualitativi per la programmazione comunale degli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande, assegnando un punteggio (minimo necessario 75) a seconda della zona in cui l’esercizio verrà aperto: centro storico o città moderna.

inizio testo

Requisiti

A chi è rivolto

SEZIONE IN AGGIORNAMENTO

Requisiti oggettivi:

  • Locale conforme alla disciplina edilizia ed urbanistica e destinazione d'uso Tc - Terziario Commerciale;
  • Superficie minima di 30 mq solo se il fondo è ubicato all’esterno delle mura urbane;
  • Dotazione di parcheggi privati, da calcolare in relazione alla superficie di somministrazione solo in caso di esercizi posti nella Città Moderna con una superficie di somministrazione superiore a 250 mq; gli standard di parcheggio di relazione devono essere dimostrati anche in caso di ampliamento di superficie, oltre il limite sopra indicato;
  • Caratteristiche e dotazioni obbligatorie di cui alla richiamata regolamentazione comunale (numero minimo di servizi igienici per gli addetti e per il pubblico, spogliatoi, dimensione della cucina e dei depositi, ecc.) e raggiungimento dei 75 punti minimi;
  • Rispetto delle disposizioni in materia igienico-sanitaria di cui al Reg. CE 852/2004 e alla DPGR 40/R/2006;
  • Conformità del locale al DM 564/92 e ss.mm.ii. sulla sorvegliabilità (es. accesso diretto dalla pubblica via, assenza di collegamenti con le civili abitazioni o con spazi che permettano un accesso all'esterno, ecc).

Requisiti soggettivi:

  • Requisiti morali e professionali indicati nell'art. 71 del D. Lgs. 59/2010 e ss.mm.ii.

Requisiti soggettivi per i cittadini stranieri:

  • Per i soli cittadini non UE, possesso di un permesso di soggiorno, in corso di validità, che consenta l'esercizio di lavoro autonomo e subordinato in Italia, secondo le vigenti normative;
  • Autocertificazione della conoscenza della lingua italiana, da dimostrare con un diploma conseguito in Italia o con un attestato rilasciato dal Servizio Multietnica del Comune di Prato dopo aver sostenuto un test di idoneità (Richiesta test lingua per esercizio di somministrazione alimenti e bevande).
inizio testo

Come si ottiene

Termini, scadenze, modalità di presentazione della domanda

SEZIONE IN AGGIORNAMENTO

Per iniziare l'attività di somministrazione, modificarla o trasferirla occorre presentare allo Sportello Unico per l'Edilizia e le Attività Produttive (SUEAP) la Segnalazione Certificata di Inizio Attività (SCIA) di nuovo esercizio di somministrazione, in modalità on line, esclusivamente attraverso il Sistema Telematico di Accettazione Regionale (STAR).

Per le modalità operative dell’inoltro telematico vedi alla pagina Disciplina per l'invio telematico delle istanze/comunicazioni allo Sportello per l'edilizia e le attività produttive.

La SCIA ha efficacia immediata. Il Comune può adottare motivati provvedimenti di divieto di prosecuzione dell'attività e di rimozione degli eventuali effetti dannosi entro 60 giorni dal ricevimento della SCIA, salvo che l'interessato provveda a conformare l'attività alla normativa vigente, ai sensi dell'art. 19 c. 3 della L. 241/1990.

Documenti da presentare

SEZIONE IN AGGIORNAMENTO

 

  1. Modulo di Somministrazione alimenti e bevande - Scia;
  2. Notifica sanitaria alimentare, completa dei diritti ASL richiesti;
  3. Planimetria del locale in scala 1:100;
  4. Relazione tecnica dell'attività esercitata;
  5. Certificazione di impatto acustico, redatta ai sensi della L. 447/95 e della L.R. 89/98. Ai sensi del D.P.R. n. 227/2011, sono escluse dall'obbligo di presentare la documentazione di cui all'articolo 8, commi 2, 3 e 4, della legge quadro sull'inquinamento acustico n. 447/95, le attività a bassa rumorosità elencate nell'Allegato B, fatta eccezione per l'esercizio di ristoranti, pizzerie, trattorie, bar, mense, attività ricreative, agrituristiche, culturali e di spettacolo, sale da gioco, palestre, stabilimenti balneari che utilizzino impianti di diffusione sonora ovvero svolgano manifestazioni ed eventi con diffusione di musica o utilizzo di strumenti musicali. In tali casi è fatto obbligo di predisporre adeguata documentazione di previsione di impatto acustico ai sensi dell'articolo 8, comma 2, della citata legge n. 447/95. Resta ferma la facoltà di fare ricorso alla dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà di cui all'articolo 8, comma 5, ove non vengano superati i limiti di emissione di rumore di cui al comma 2;
  6. Certificazione di un tecnico dei requisiti posseduti, che sono stati dichiarati nella SCIA;
  7. Documento di identità di tutti i soggetti che hanno firmato la SCIA;
  8. Solo per i cittadini non UE, permesso di soggiorno in corso di validità e attestato che dimostri la conoscenza della lingua italiana;
  9. Solo se il soggetto che inoltra l'istanza è diverso dal dichiarante, procura speciale ai sensi dell'Art. 1392 C.C., firmata in autografo dal dichiarante con allegata copia di documento di identità o riconoscimento in corso di validità e controfirmata digitalmente dal procuratore;
  10. Ricevuta del pagamento dei diritti di segreteria SUEAP a favore del Comune di Prato.

Costi e modalità di pagamento

A favore del Comune di Prato:

Vedi Diritti di segreteria e istruttoria per le attività produttive e la polizia amministrativa.

A favore della Azienda USL n. 4 di Prato:

Vedi Notifica ai fini della registrazione (Reg. 852/2004/CE), precedentemente nota come "notifica sanitaria alimentare"

inizio testo

Note

Segnalazioni e precisazioni

Decreto ministeriale 564/92 - Regolamento sui criteri di sorvegliabilità dei locali adibiti a pubblici esercizi per la somministrazione di alimenti e bevande.

Legge regionale Toscana del 5 aprile 2013, n. 13 - Disposizioni in materia di commercio in sede fissa e di distribuzione di carburanti.

inizio testo

Responsabile e antiritardo

Responsabile del Procedimento

Michela
Lilli
Telefono: 0574 1836926

Funzionario antiritardo

Riccardo
Pecorario
Telefono: 0574 1836921
inizio testo

Allegati e documenti

inizio testo

Altre informazioni utili

inizio testo

Dove andare

 Sportello per l'edilizia e le attività produttive (Sueap)

Sede
Via Giotto
, 4
 - 59100
 Prato
 PO
Centralino0574 1836855
Fax: 0574 1837373 (edilizia)
0574 1837355 (impresa)
OrarioAttività produttive (commercio, artigianato, industria, turismo, polizia amministrativa):
- Informazioni allo sportello, presentandosi direttamente: mercoledì ore 9.00 - 13.00

- Assistenza telefonica, da rete fissa e solo per inoltro telematico delle pratiche tramite Portale Regionale: numero verde 800 737 601, lunedì e mercoledì ore 9.00 - 13.00; venerdì ore 9.00 - 11.00
- Assistenza telefonica, da linea mobile e per ogni altra richiesta: telefono 0574 1836855; lunedì e mercoledì ore 9.00 - 13.00; venerdì ore 9.00 - 11.00

Attività edilizie
- Informazioni allo sportello (escluso informazioni tecniche), presentandosi direttamente: lunedì 15.00 -17.00 e mercoledì 9.00 - 11.00
- Per i tavoli tecnici vedere dettaglio orari.

Numerazione civica (toponomastica)
- Informazioni allo sportello: giovedì ore 9.00 - 13.00 (presso la sede di Viale Vittorio Veneto n. 9, piano secondo)

E-mail
E-mail: sportelloedilizia@comune.prato.it
 - attivitaeconomiche@comune.prato.it
Sito web
Note

infoedilizie@comune.prato.it (per informazioni sui servizi online di presentazione pratiche)

La sede del SUEAP ospita lo Sportello amianto ed è inoltre sede degli incontri dell'Organismo di Composizione della Crisi da sovraindebitamento.

 Guarda indirizzo sulla mappa (apre una nuova finestra)
inizio testo
Data ultima revisione dei contenuti della pagina: 16.10.2017

Condividi su:



- Inizio della pagina -
Il progetto Comune di Prato è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it