Traduci la pagina con Google Translate:


25.6.2020 - 

Si intendono rinnovate tutte le strutture educative per la prima infanzia che hanno inviato la dichiarazione al Comune di Prato nello scorso mese di febbraio 2020 e che hanno avuto dal SUEAP conforme ricevuta via PEC .

 

E' possibile somministrare pasti e ristori ai bambini da zero a tre anni ospitati nei centri estivi 2020 che aprono all'interno di strutture educative autorizzate/rinnovate come "nido d'infanzia" e di "nido in contesto domiciliare", previo possesso di notifica sanitaria alimentare.

Non si può mai somministrare pasti e ristori ai bambini da zero a tre anni ospitati nei centri estivi 2020 che aprono all'interno di strutture educative autorizzate/rinnovate come "spazio gioco" e "centro per bambini e famiglie".

 

Se uno stesso titolare apre due centri estivi (uno per 0-3 anni e uno per oltre 3 anni), oppure un centro estivo (senza pernottamento) e un campo estivo (con pernottamento), occorrono sempre pratiche distinte, da compilare e inviare separatamente tramite STAR, ciascuna con la prova del relativo pagamento dei diritti di segreteria (Euro 60 cadauno).

 

Eventuali variazioni del progetto e un prolungamento dei tempi di svolgimento del centro estivo 2020 devono essere comunicati al SUEAP non tramite STAR ma mediante PEC indirizzata a comune.prato@postacert.toscana.it , indicando il centro estivo cui ci si riferisce e le nuove modalità o date.  Non è dovuto il pagamento di ulteriori diritti di segreteria e istruttoria.

Che cos'è

A seguito dell'emergenza epidemiologica da COVID-19, le modalità di realizzazione delle attività ludico-ricreative ("centri estivi")  per i bambini di età compresa da zero a tre sono svolte, a partire dal 15 giugno 2020, sulla base delle Linee guida di cui all'Allegato 8 del DPCM 11 giugno, recepite con ordinanza del Presidente della Giunta Regionale  Toscana n. 66 del 12 giugno 2020.

I soggetti proponenti le attività ludico-ricreative ("centri estivi") per i bambini di età da zero a tre anni devono:

  • possedere l'autorizzazione ai sensi dell'articolo 49 del DPGR 41/R/2013, anche in forma di rinnovo; in proposito si precisa che sono state rinnovate tutte le strutture educative per la prima infanzia che hanno inviato la dichiarazione nello scorso mese di febbraio 2020;
  • svolgere le attività presso i locali di cui all'autorizzazione e con il personale qualificato ai sensi dell'articolo 13 del regolamento 41/R/2013
  • presentare al Comune territorialmente competente, attraverso piattaforma SUAP, il modulo di comunicazione di inizio attività di cui all’allegato 1 all'ordinanza regionale n. 66/2020
  • sottoscrivere insieme a ciascuna famiglia dei bambini iscritti il patto di corresponsabilità finalizzato al rispetto delle regole di gestione e delle misure di contenimento della diffusione del contagio epidemiologico da COVID -19 secondo lo schema tipo di cui all’allegato 2 all'ordinanza regionale n. 66/2020.

E' possibile somministrare pasti e ristori ai bambini da zero a tre anni ospitati nei centri estivi 2020 che aprono all'interno di strutture educative autorizzate/rinnovate come "nido d'infanzia" e di "nido in contesto domiciliare", previo possesso di notifica sanitaria alimentare.

NON è mai possibile somministrare pasti e ristori ai bambini da zero a tre anni ospitati nei centri estivi 2020 che aprono all'interno di strutture educative autorizzate/rinnovate come "spazio gioco" e "centro per bambini e famiglie".

 

Se uno stesso titolare apre due centri estivi, uno per 0-3 anni e uno per oltre 3 anni, occorrono due pratiche distinte, da compilare e inviare separatamente tramite STAR, ciascuna con la prova del relativo pagamento dei diritti di segreteria e istruttoria.

 

 

inizio testo

Come si ottiene

Termini, scadenze, modalità di presentazione della domanda

Ogni pratica deve essere inviata allo Sportello Unico per l'Edilizia e le Attività Produttive (SUEAP) in modalità on line, non tramite e-mail o PEC ma esclusivamente attraverso il Sistema Telematico di Accettazione Regionale (STAR).

Se uno stesso titolare apre due centri estivi, uno per 0-3 anni e uno per oltre 3 anni, occorrono due pratiche distinte, da compilare e inviare separatamente tramite STAR, ciascuna con la prova del relativo pagamento dei diritti di segreteria e istruttoria.

 

Per accedere al portale STAR e per informazioni sul suo utilizzo vedi le pagine:

 

Una volta eseguita l'autenticazione ed entrati in STAR, selezionare "COVID-19-Adempimenti" fino a visualizzare la seguente schermata:

Seleziona Centri estivi per bambini 0-3 anni


Scegliere "Centri estivi (Ordinanza PGRT n.66 del 12/06/2020)" e poi "Centri estivi per i bambini 0 - 3 anni". Il portale STAR ha già impostato come necessaria la compilazione dell'intervento "COVID-19.4" e della comunicazione "ASL 100 - Comunicazioni ad ASL".

Endoprocedimenti necessari per procedere con l'invio della pratica

La notifica sanitaria alimentare ai fini della registrazione (Reg. 852/2004/CE) non è ordinariamente necessaria se e in quanto:

  • non viene effettuato alcun servizio mensa, nè alcun tipo di somministrazione di alimenti e bevande ai bambini da zero a tre anni
  • il servizio mensa o ristoro viene effettuato da una ditta esterna, che è già in possesso della registrazione sanitaria alimentare
  • il servizio mensa o ristoro o lo sporzionamento in dosi singole di pasti preparati altrove sono effettuati dalla struttura educativa stessa, che è già in possesso della registrazione sanitaria alimentare.

Si ricorda che si può somministrare pasti e ristori ai bambini solo nei centri estivi 2020 che aprono all'interno di strutture educative autorizzate/rinnovate come "nido d'infanzia" e nel "nido in contesto domiciliare".

Non si possono somministrare pasti e ristori ai bambini nei centri estivi 2020 che aprono all'interno di strutture educative autorizzate/rinnovate come "spazio gioco" e "centro per bambini e famiglie".

 

Proseguendo nella compilazione della pratica, si presenta la seguente schermata, dove è necessario selezionare se il centro estivo è provvisto o meno di mensa.

Covid-19.4 modello da compilare per presentare la pratica

Una volta fatta questa scelta, proseguire con la compilazione guidata.

Il portale STAR sottoponepoi  il quadro D1 per le dichiarazioni che l'interessato deve rendere sotto la propria responsabilità, anche penale in caso di mendacità. 

Una successiva schermata riguarda gli Allegati, dove deve essere caricata l'attestazione/ricevuta del versamento dei diritti di segreteria e istruttoria utilizzando la funzione "Aggiungi blocco"

Segue la compilazione di ASL 100, sempre dovuta.

La procedura si conclude con la firma digitale di tutta la pratica e con l'inoltro della stessa tramite STAR.

Entro breve tempo, se la compilazione e l'inoltro sono avvenuti correttamente, si riceverà conferma telematica dell'avvenuta consegna della pratica al SUEAP del Comune di Prato.

Tale ricevuta, nel presupposto del legittimo possesso di tutti i requisiti richiesti dalla normativa e della veridicità delle dichiarazioni rese, costituisce titolo abilitante all'apertura del centro estivo segnalato.

 

 

Variazioni del progetto e prolungamento dei tempi

Eventuali variazioni del progetto e un prolungamento dei tempi di svolgimento del centro estivo 2020 devono essere comunicati al SUEAP non tramite STAR ma mediante PEC indirizzata a comune.prato@postacert.toscana.it , indicando il centro estivo cui ci si riferisce e le nuove modalità o date.  Non è dovuto il pagamento di ulteriori diritti di segreteria e istruttoria.

 

 

Costi e modalità di pagamento

A favore del Comune di Prato 

Euro 60,00 per ciascuna pratica, attestazione del pagamento da allegare all'invio telematico.

Per le modalità di pagamento vedi pagina Diritti di segreteria e istruttoria per le attività produttive e la polizia amministrativa.

Se si aprono due centri estivi, uno per 0-3 anni e uno per oltre 3 anni, occorrono sue pratiche da compilare e inviare separatamente tramite STAR, ciascuna con la prova del relativo pagamento dei diritti.

 

A chi rivolgersi

HELP DESK dedicato per il supporto sui contenuti della comunicazione: hd-centriestivi@regione.toscana.it

inizio testo

Allegati e documenti

inizio testo

Altre informazioni utili

inizio testo

Dove andare

 Sportello per l'edilizia e le attività produttive (Sueap)

Sede
Via Giotto
, 4
 - 59100
 Prato
 PO
Centralino0574 1836855 (attivo il venerdì dalle 9.00 - 11.00)
Telefono: Servizio di help desk della Rete Regionale dei Suap dedicato al solo supporto tecnico informatico per problemi nell'utilizzo del Sistema Telematico di Accettazione Regionale (STAR) delle pratiche:
- Numero verde 800 980102 (con orario 8.00-20.00 dal lunedì al sabato, escluso festivi), fax 055 0481460, email reteregionale-suap@regione.toscana.it

Assistenza telefonica da parte del SUEAP del Comune di Prato, per ogni altro problema amministrativo:
- Numero 0574 1836855, il venerdì ore 9.00 - 11.00
Fax: 0574 1837373 (edilizia)
0574 1837355 (impresa)
OrarioAttività produttive (commercio, artigianato, industria, turismo, polizia amministrativa):
- Informazioni allo sportello, presentandosi direttamente: mercoledì ore 9.00 - 13.00

Attività edilizie
- Informazioni allo sportello (escluso informazioni tecniche), presentandosi direttamente: lunedì 15.00 -17.00 e mercoledì 9.00 - 11.00
- Per i tavoli tecnici vedere dettaglio orari.

Numerazione civica (toponomastica)
- Informazioni allo sportello: giovedì ore 9.00 - 13.00 (presso la sede di Viale Vittorio Veneto n. 9, piano secondo)

E-mail
E-mail: sportelloedilizia@comune.prato.it
 - attivitaeconomiche@comune.prato.it
Sito web
Note

infoedilizie@comune.prato.it (per informazioni sui servizi online di presentazione pratiche)

La sede del SUEAP ospita gli incontri dell'Organismo di Composizione della Crisi da sovraindebitamento.

 Guarda indirizzo sulla mappa (apre una nuova finestra)
inizio testo
Data ultima revisione dei contenuti della pagina: 25.06.2020

Condividi su:



- Inizio della pagina -
Il progetto Comune di Prato è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it