Traduci la pagina con Google Translate:


Dal 1° Gennaio 2016 le funzioni sul Terzo settore precedentemente svolte dalla Provincia sono trasferite al Comune di Prato (ai sensi e per gli effetti della Legge 56/2014 e della Legge Regionale Toscana 22/2015). 

Che cos'è

Sono considerate attività di volontariato quelle prestate, in modo personale, spontaneo e gratuito, esclusivamente per fini di solidarietà, senza scopo di lucro, avvalendosi in modo determinante e prevalente delle prestazioni gratuite dei propri aderenti.

La Regione Toscana riconosce e valorizza il ruolo dell'associazionismo ed ha istituito il Registro di Associazioni di Volontariato, gestito dal Comune di capoluogo della sede legale dell’associazione. 

Le associazioni di volontariato, se iscritte al Registro regionale, possono:

  • accedere ai contributi pubblici;
  • stipulare convenzioni con gli enti pubblici, purché le associazioni dimostrino attitudine e capacità operativa;
  • partecipare alla consultazione per la programmazione degli interventi nei settori in cui operano;
  • partecipare alla consulta regionale del volontariato;
  • avere informazione ed accesso ai documenti amministrativi; 
  • ottenere finanziamenti su progetti sperimentali con il ‘fondo per il volontariato’ istituito presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri;
  • ottenere flessibilità dell’orario di lavoro per i propri volontari;
  • usufruire di una serie di agevolazioni di natura fiscale.

Il Registro è soggetto a revisione annuale, finalizzata a verificare sia il permanere dei requisiti necessari per l’iscrizione, sia l’effettivo svolgimento delle attività di volontariato. La scadenza per l’invio dei documenti (vedi “Documenti da presentare”) è il 30 giugno di ogni anno

inizio testo

Requisiti

A chi è rivolto

Al Registro possono iscriversi tutte le organizzazioni di volontariato che, al momento della presentazione della domanda, sono costituite ed operanti da almeno sei mesi nel territorio regionale.

inizio testo

Come si ottiene

Termini, scadenze, modalità di presentazione della domanda

Iscrizione al Registro regionale di volontariato

Le associazioni della provincia di Prato devono presentare domanda al Comune in cui hanno sede legale. Entro 3 giorni dalla presentazione, il Comune della provincia trasmette la domanda e la relativa documentazione al Comune di Prato.

Le associazioni che hanno sede legale nel Comune di Prato, devono presentare domanda e relativa documentazione a mano o per posta:

Revisione al Registro regionale di volontariato

La richiesta di revisione al Registro deve essere presentata al Comune di Prato, con le stesse modalità di presentazione richieste per l'iscrizione.

Documenti da presentare

Iscrizione al registro regionale di volontariato

  • Modulo Iscrizione allegato “A” (vedi Modulistica)
  • Copia dell'atto costitutivo e dello statuto con la sede dell'organizzazione;
  • Elenco nominativo di coloro che ricoprono le diverse cariche associative;
  • Relazione concernente l'attività associativa svolta e quella in programma;
  • Bilancio consuntivo afferente l'esercizio finanziario precedente ed approvato dall'assemblea, con indicati contributi, beni e lasciti, nonché lo stato patrimoniale;
  • Dichiarazione sottoscritta dal rappresentante legale concernente la determinante prevalenza del numero dei volontari rispetto al numero dei lavoratori dipendenti e dei professionisti convenzionati.

Revisione del registro regionale di volontariato (entro 30 giugno)

  • Modulo Revisione allegato “B” (vedi Modulistica)
  • Dichiarazione del legale rappresentante con la quale si attesta che gli accordi istitutivi, l'atto costitutivo e lo statuto sono restati immutati o si attestano le modificazioni intervenute;
  • Relazione sulla attività svolta nel precedente anno solare;
  • Copia del bilancio consultivo afferente l'esercizio precedente.

Costi e modalità di pagamento

L’iscrizione e la revisione al Registro regionale di volontariato è gratuita.

Tempi e iter della pratica

Iscrizione al registro di volontariato

L’ufficio, entro novanta giorni dal ricevimento della domanda, accertati i requisiti previsti dalla normativa vigente, adotta la determinazione dirigenziale per l'iscrizione dell'organizzazione, indicando le attività per le quali l'iscrizione stessa è disposta. Nel caso in cui non sussistano i requisiti, entro lo stesso termine, l’ufficio adotta il decreto motivato di diniego.

Revisione del registro di volontariato

Il Comune è tenuto a svolgere verifiche sul permanere della corrispondenza delle attività di volontariato, e trasmette al Presidente della Giunta regionale, entro il trenta settembre di ogni anno, l'elenco delle organizzazioni di volontariato la cui verifica abbia avuto esito positivo, per la successiva pubblicazione sul bollettino ufficiale della Regione.

inizio testo

Note

Segnalazioni e precisazioni

Riferimenti normativi

  • Legge 11 agosto 1991 n.266 "Legge quadro sul volontariato";
  • L.R. 26 aprile 1993 n.28 e successive modificazioni "Norme relative ai rapporti delle organizzazioni di volontariato con la Regione, gli Enti locali e gli altri Enti pubblici. Istituzione del registro regionale delle organizzazioni di volontariato";
  • L.R. 1 marzo 2016 n.21 "Riordino delle funzioni di tenuta degli albi regionali del terzo settore". 
inizio testo

Responsabile e antiritardo

Responsabile del Procedimento

Rosanna
Lotti

Funzionario antiritardo

Roberto
Gerardi
Telefono: 0574 1836049
inizio testo

Altre informazioni utili

inizio testo

Dove andare

 Ufficio Terzo settore

Sede
Via Roma
, 101
 (Ex casa di riposo)
 - 59100
 Prato
 PO
Centralino0574 1836425
Telefono: 0574 1836464
Fax: 0574 1837357
OrarioMartedi, mercoledì e venerdì ore 9.00 - 13.00
E-mail terzosettore@comune.prato.it
 Guarda indirizzo sulla mappa (apre una nuova finestra)
inizio testo
Data ultima revisione dei contenuti della pagina: 06.05.2016

Condividi su:



- Inizio della pagina -
Il progetto Comune di Prato è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it