Traduci la pagina con Google Translate:


Che cos'è

Le Organizzazioni Di Volontariato (ODV) sono Enti del Terzo Settore (ETS)  costituiti in forma di associazione (riconosciuta o non riconosciuta) da un numero non inferiore a 7 persone fisiche o a 3 ODV, per lo svolgimento prevalentemente in favore di terzi e senza scopo di lucro, di attività di interesse generale per il perseguimento di finalità civiche, solidaristiche e di utilità sociale, avvalendosi in modo prevalente dell’attività di volontariato dei propri associati o delle persone aderenti agli enti associati.

Il volontario è una persona che, per sua libera scelta, svolge attività in modo personale, spontaneo e gratuito, senza fini di lucro, in favore della comunità e del bene comune. L’attività del volontario non può essere retribuita in alcun modo nemmeno dal beneficiario. Al volontario possono essere rimborsate dalla associazione ente soltanto le spese effettivamente sostenute e documentate per l’attività prestata, entro limiti massimi ed alle condizioni preventivamente stabilite dall’associazione medesima; sono vietati, in ogni caso, rimborsi spese di tipo forfettario. La qualità di volontario è incompatibile con qualsiasi forma di rapporto di lavoro subordinato o autonomo e con ogni altro rapporto di lavoro retribuito con l’associazione di cui il volontario è associato o tramite il quale svolge la propria attività volontaria.

 

inizio testo

Requisiti

A chi è rivolto

I requisiti generali, necessari per costituire una ODV sono:

  • forma giuridica: associazione, riconosciuta o non riconosciuta;
  • numero minimo associati: 7 persone fisiche o 3 ODV: possono partecipare altri ETS o Enti senza scopo di lucro se il loro numero non è superiore al 50% del numero delle ODV;
  • attività di interesse generale: svolta prevalentemente in favore di terzi e avvalendosi in modo prevalente dell’attività di volontariato dei propri associati o delle persone aderenti agli enti associati;
  • denominazione: deve contenere "organizzazione di volontariato" o "ODV";
  • risorse umane: le ODV possono attivare rapporti di lavoro retribuito (dipendente, autonomo o di altra natura) esclusivamente nei "limiti necessari al loro regolare funzionamento" o nei "limiti occorrenti a qualificare o specializzare l'attività svolta". In ogni caso, il numero dei lavoratori non può superare il 50% del numero dei volontari;
  • risorse economiche: quote associative, contributi pubblici o privati, donazioni e lasciti testamentari, rendite patrimoniali, proventi da raccolta fondi e da attività diverse da quelle di interesse generale;
  • amministratori: scelti tra gli associati che non si trovino nelle condizioni di ineleggibilità e decadenza previste dal codice civile e a cui non può essere attribuito alcun compenso (ad eccezione dei componenti l’Organo di controllo in possesso dei requisiti professionali), salvo il rimborso di spese effettive e documentate.
inizio testo

Come si ottiene

Termini, scadenze, modalità di presentazione della domanda

Per costituire ODV è necessario:

  1. Creare una base associativa e di volontariato adeguata per svolgere le attività di interesse generale nel rispetto di finalità civiche, solidaristiche e di utilità sociale, non a scopo di lucro.
  2. Convocare l’Assemblea degli associati promotori per stipulare l’atto costitutivo (alla presenza o meno del notaio, necessario solo per l’acquisizione della personalità giuridica) e per approvare lo statuto che deve essere conforme alle norme del Codice Civile e a quelle del Codice del Terzo Settore.
  3. Richiedere all'Agenzia delle Entrate territorialmente competente l'attribuzione del Codice Fiscale, ed eventualmente la partita Iva (se l’associazione intende svolgere un’attività commerciale abituale) e registrare l’atto costitutivo e Statuto in esenzione dell’imposta di registro e dell'imposta di bollo - se l’associazione attribuisce a questi atti la forma di scrittura privata registrata.

Le ODV possono chiedere l'iscrizione al Registro Regionale anche per poter godere di benefici fiscali, finanziari e di altra natura, specifici per queste associazioni, come quelli connessi alla stipula di convenzioni con le Amministrazioni pubbliche. 

Ai fini dell'iscrizione al Registro Regionale, lo statuto delle ODV deve contenere questi elementi:

  • l'indicazione nella denominazione dell'associazione dell'acronimo "ODV" o della espressione per esteso "organizzazione di volontariato";
  • la sede legale;
  • l'assenza di scopo di lucro;
  • la durata dell'ente, se prevista. 
  • le finalità civiche, solidaristiche e di utilità sociale perseguite;
  • le attività di interesse generale, che costituiscono l'oggetto sociale;
  • il patrimonio iniziale, ai fini dell'eventuale riconoscimento della personalità giuridica; 
  • le norme sull'ordinamento, l'amministrazione e la rappresentanza;
  • i diritti e gli obblighi degli associati; 
  • i requisiti per l'ammissione di nuovi associati e la relativa procedura, secondo criteri non discriminatori, coerenti con le finalità perseguite e l'attività di interesse generale svolta;
  • la nomina dei primi componenti degli organi sociali obbligatori e, quando previsto, del soggetto incaricato della revisione legale dei conti;
  • le norme sulla devoluzione del patrimonio residuo in caso di scioglimento o di estinzione. 

Costi e modalità di pagamento

Gli atti costitutivi e quelli connessi allo svolgimento delle attività delle ODV sono esenti dall'imposta di registro e dall'imposta di bollo.

A chi rivolgersi

Per informazioni e assistenza: 

Cesvot - delegazione di Prato

inizio testo

Note

Segnalazioni e precisazioni

Per richiedere la personalità giuridica è necessario rivolgersi in Regione Toscana o in Prefettura.

inizio testo

Altre informazioni utili

inizio testo
Data ultima revisione dei contenuti della pagina: 02.10.2019

Condividi su:



- Inizio della pagina -
Il progetto Comune di Prato è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it