Traduci la pagina con Google Translate:


L'adesione al programma "Vetrina Toscana" è uno dei requisiti di qualità opzionabili (ne servono almeno cinque) da chi intende insediare un'attività commerciale, artigianale di produzione alimentare o di vendita al dettaglio come produttore agricolo entro il perimetro delle mura urbane.

Per ulteriori informazioni si consulti ia pagina Disciplina per insediamento attività nel centro storico.

 

Vetrina Toscana è il programma intersettoriale - cofinanziato da Regione Toscana e Unioncamere Toscana ed attuato da quest'ultima in collaborazione con i Centri di assistenza tecnica regionali di Confcommercio, Confesercenti, Federazione italiana esercenti pubblici e turistici (Fiepet) e Federazione italiana pubblici esercizi (Fipe) - per lo sviluppo innovativo di collaborazioni di filiera tra la rete regionale dei pubblici esercizi e le produzioni agroalimentari ed artigianali tipiche toscane, con finalità di qualificazione dei ristoranti, promozione dell'educazione alimentare e valorizzazione dei territori e delle tradizioni.

Sull'apposito sito regionale (vedi in Altre informazioni utili​) è possibile registrarsi richiedendo un account e inviare la richiesta di adesione. 

 

I Pubblici Esercizi per aderire all’iniziativa devono possedere i seguenti requisiti: 

  • essere ubicati nel territorio toscano
  • il gestore dell’esercizio non deve essere intercorso in reati di frode alimentare da almeno 5 anni 
  • offrire un menù di degustazione redatto in almeno due lingue, relativo alla tradizione gastronomica locale e realizzato nel primo anno con almeno dieci prodotti la cui origine toscana è garantita da:
  1. riconoscimento comunitario di denominazione di origine protetta o indicazione geografica protetta (DOP-IGP) 
  2. riconoscimento comunitario DOP-IGP in fase ministeriale di istruttoria 
  3. marchio collettivo Agriqualità - prodotto di agricoltura integrata - della Regione Toscana 
  4. marchio collettivo di tipo privato con o senza certificazione 
  5. presidi Slow Food 
  • disponibilità a variare; il menù secondo la stagionalità dei sopramenzionati prodotti tradizionali della Toscana 
  • rispetto del Codice di comportamento e di utile buonsenso relativo all’iniziativa in materia di prezzi e trasparenza dei mercati, denominata “Prezzinvista” ed in particolare: il rispetto delle norme riguardanti la corretta esposizione del prezzo, l’impegno a concordare preventivamente la quantità ed il prezzo dei prodotti somministrati secondo quantità e l’impegno a indicare esplicitamente all’inizio e/o alla fine del listino prezzi i costi aggiuntivi 
  • disponibilità della carta dei vini comprendenti almeno 30 (trenta) etichette di vini toscani, favorendo etichette di vini locali, di cui almeno 2 (due) serviti a bicchiere 
  • disponibilità di almeno una etichetta di olio toscano a denominazione di origine protetta e/o a indicazione geografica protetta 
  • disponibilità ad esporre materiale informativo sulla Rete, sulle produzioni tipiche agroalimentari e artigianali e materiale turistico del territorio e della regione 
  • disponibilità a diffondere il materiale promozionale e informativo su "Vetrina Toscana a Tavola" 
  • disponibilità a collaborare all’organizzazione di eventi mirati alla valorizzazione delle Rete Regionale di ristorazione ed alla degustazione di prodotti tipici toscani 
  • disponibilità a collocare all’ingresso e/o all’interno adeguata segnaletica contenente la vetrofania e/o altro materiale con il marchio di "Vetrina Toscana a Tavola” 
  • disponibilità ad attivare strumenti di verifica e di valutazione del gradimento dei servizi da parte dei clienti
  • disponibilità a far frequentare corsi formativi al personale di servizio ai fini di una adeguata istruzione e preparazione sulle produzioni tipiche toscane, senza oneri a carico dell’azienda 
  • disponibilità a collaborare ad iniziative per lo sviluppo e la divulgazione delle conoscenze sull’identità locale e sui programmi culturali del territorio 
  • disponibilità a collaborare ad azioni di educazione alimentare diffondendo materiali informativi specifici appositamente forniti dalla Regione o da altro Ente pubblico.

 

L'adesione al programma "Vetrina Toscana" è uno dei requisiti di qualità opzionabili (ne servono almeno cinque) da chi intende insediare un'attività commerciale, artigianale di produzione alimentare o di vendita al dettaglio come produttore agricolo entro il perimetro delle mura urbane, ai sensi dell’art. 26 del vigente Regolamento comunale per il commercio nella Città di Prato: attività di vendita in sede fissa.  

 

Altre informazioni utili

inizio testo
Data ultima revisione dei contenuti della pagina: 15.01.2020

Condividi su:



- Inizio della pagina -
Il progetto Comune di Prato è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it