Traduci la pagina con Google Translate:


La legge Regionale 45/2013 denominato Toscana Solidale si è conclusa il 31 gennaio 2016. Pertanto non è più possibile presentare domanda.

L'esito delle domande inviate entro il 31 gennaio 2016 è consultabile in questa pagina nella sezione Allegati e documenti.

La Regione Toscana ha messo a punto e finanziato una serie di progetti contro la povertà, per il sostegno alle famiglie e ai lavoratori in difficoltà (Legge regionale 45/2013 entrata in vigore l'8 agosto 2013).

Per quanto riguarda il sostegno economico di "Toscana Solidale" destinato alle famiglie - contributo nuovi nati, famiglie numerose e figlio disabile - è il Comune di residenza ad essere incaricato di istruire le pratiche e concederlo. Il contributo verrà poi emesso dalla Regione. I contributi sono cumulabili tra di loro: se si hanno i requisiti, si può fare domanda per più di uno.

Si ricorda che, oltre ai contributi specifici di Toscana Solidale, ce ne sono di erogati dal Comune o dallo Stato, dei quali si può fare richiesta.

Ecco l'elenco completo:

Nel pacchetto Toscana Solidale ci sono altri due tipi di contributo, per i quali si rimanda alle pagine della Regione Toscana:

Modalità di pagamento dei contributi

Dal 7 luglio 2014, per le richieste di contributo sarà possibile scegliere tra due modalità di pagamento: è stata ripristinata l'opzione "contanti" ed eliminata l'opzione "assegno".

Resta valida e preferibile la scelta del bonifico bancario.

Nel caso di pagamento tramite "Bonifico":

  • Il richiedente deve risultare intestatario o cointestatario del conto corrente bancario/postale;
  • L'IBAN deve riferirsi esclusivamente a conti correnti bancari o postali (non a libretti postali);
  • Può essere indicato anche l'IBAN di una carta prepagata, emessa esclusivamente da un istituto bancario.

Nel caso di pagamento tramite "Contanti":

  • I contanti sono da incassare presso uno sportello del Monte dei Paschi di siena entro il 24 dicembre dell'anno in cui il contributo viene emesso in pagamento. Se non incassati entro il termine, sono trasformati d'ufficio in assegno circolare. (Il pagamento in contanti ha un limite massimo di 999,99 €);
  • Le domande di contributo potranno essere incluse nei Decreti Regionali di pagamento predisposti nel 2015 solo se presentate e approvate dai Comuni con validazione entro il 30 settembre. Se approvate successivamente, saranno messe in pagamento a partire da gennaio 2016.

Allegati e documenti

inizio testo
Data ultima revisione dei contenuti della pagina: 26.05.2016

Condividi su:



- Inizio della pagina -
Il progetto Comune di Prato è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it