Traduci la pagina con Google Translate:


Avviso pubblico Progetto ADA (Adattamento Domestico per l'Autonomia Personale): scaduto il 15.03.2017.

Che cos'è

La Regione Toscana con delibera GRT n. 865 del 6 settembre 2016 ha fissato le linee guida per il progetto di adattamento domestico per l’autonomia personale (ADA) finalizzato al miglioramento delle condizioni di vita delle persone con disabilità grave nella propria abitazione.Per Adattamento domestico si intendono tutti gli interventi per rendere la casa delle persone non autosufficienti, più adatta alle loro esigenze di autonomia e alle abilità residue, oltre a quelle di cura e assistenza di famigliari ed operatori impegnati a domicilio.

Il progetto ha l'obiettivo di orientare e sostenere la persona con disabilità grave e il suo nucleo familiare al fine di migliorare il grado di autonomia e il benessere ambientale all'interno dell’abitazione, attraverso un'azione di informazione e consulenza sulle possibili soluzioni architettoniche, tecnologiche, informatiche, nonché  attraverso un contributo economico a sostegno dell' acquisto di prodotti, attrezzature e/o la realizzazione di opere edili.

Il progetto prevede due fasi:

Consulenza tecnica
Personale socio sanitario e esperto in materia di accessibilità farà un sopralluogo presso l'abitazione del disabile, in sua presenza, proponendo tutte le soluzioni progettuali e gli interventi destinati al conseguimento di una maggiore accessibilità e vivibilità degli ambienti di vita, come opere edilizie (rampe per dislivelli, ampliamento porte, rifacimento bagni), arredi e attrezzature (cucine e elettrodomestici accessibili, corrimani e maniglie, accessori per il bagno sicuri) e tecnologie assistive e per l'automazione dell'ambiente (dispositivi mobili, automazione serramenti e illuminazione, adattamento domotico degli impianti).

 

Contributo
Il progetto prevede anche l’erogazione di un contributo economico finalizzato a sostenere la realizzazione degli interventi proposti nella consulenza o di una parte. Per poter richiedere il contributo economico occorre avere Isee standard o ordinario in corso di validità non superiore a 36.000,00 euro.

L'entità del contributo erogabile verrà determinata in base alla gravità delle condizioni della persona disabile, alla gravità delle condizioni ambientali e anche in base alle diverse fasce di I.S.E.E.
A titolo di esempio queste sono la fascia isee più alta è più bassa (per tutte le fasce vedi il bando):
  • con ISEE fino a € 5.999,99 il contributo sarà compreso tra € 0 e € 4.600,00 e potrà coprire fino al 100% delle spese complessive;
  • con ISEE da € 24.000,00 a € 36.000,00 il contributo sarà compreso tra € 0 e € 1.800,00 e potrà coprire fino al 50% delle spese complessive.

 

inizio testo

Requisiti

A chi è rivolto

Il progetto è destinato a persone con disabilità grave in possesso dei seguenti requisiti:
  • età compresa fra i 6 ed i 65 anni;
  • possesso della certificazione di gravità (art. 3, comma 3, della Legge n. 104 del 5 febbraio 1992);
  • residenza nella Zona-Distretto Pratese (Comuni di: Cantagallo, Carmignano, Montemurlo, Poggio a Caiano, Prato, Vaiano e Vernio) e nell’abitazione per la quale si richiede la consulenza.
  • per poter richiedere il contributo economico: Isee standard o ordinario in corso di validità non superiore a 36.000,00 euro

Non può partecipare all'avviso chi partecipato all'avviso annualità 2015 e ottenuto il riconoscimento del contributo.

inizio testo

Come si ottiene

Termini, scadenze, modalità di presentazione della domanda

Per la presentazione occorre compilare il modulo allegato al bando (Allegato 2). La domanda deve essere sottoscritta, pena esclusione, dalla persona disabile interessata o, in caso di impossibilità o minore età, da un suo rappresentante (persona che esercita la potestà, la tutela ovvero l’amministrazione di sostegno del disabile).

La domanda poteva essere presentata entro il 15.03.2017 (la precedente scadenza dell''8 gennaio è stata prorogata) ai recapiti e secondo le modalità di seguito indicate:

  • consegna a mano presso il Protocollo dell'Azienda Usl Toscana Centro – Zona Pratese piazza Ospedale, 5 59100 Prato nei seguenti orari: dalle 9,00 alle 13,15 dal lunedì al venerdì e anche dalle 15,00 alle 16,30 il lunedì e il giovedì.
  • posta raccomandata da inviare all'indirizzo: Azienda Usl Toscana Centro – Zona Pratese p.zza Ospedale, 5 59100 Prato.
  • posta elettronica certificata (PEC): usl4prato@postacert.toscana.it

 Per le domande inviate a mezzo posta non farà fede  la data del timbro postale.

Documenti da presentare

  • copia della certificazione di gravità di cui all'art. 3, comma 3, della Legge n. 104 del 5 febbraio 1992, della persona disabile interessata;
  • copia di documento di identità in corso di validità della persona che sottoscrive la domanda (pena esclusione)

Tempi e iter della pratica

Per l'annualità 2017 la Azienda Usl Toscana Centro – Zona Pratese potrà erogare un numero massimo di 27 consulenze.

Le domande, inviate nei termini e secondo le modalità previste nell' avviso, saranno ordinate in una graduatoria che terrà conto anche di eventuali altri contributi regionali percepiti.

I partecipanti, al fine di ottenere il contributo e economico, entro 60 giorni dalla data di ricevimento della consulenza dovranno presentare all’Azienda Usl Toscana Centro – Zona Pratese i preventivi di spesa e la documentazione tecnica degli interventi da realizzare.

Entro 4 mesi dalla data di pubblicazione della graduatoria dovranno essere conclusi gli interventi per cui è stata effettuata la richiesta di contributo e dovranno essere presentate le relative fatture/documentazioni di spesa quietanzate.

inizio testo

Altre informazioni utili

inizio testo
Data ultima revisione dei contenuti della pagina: 05.08.2019

Condividi su:



- Inizio della pagina -
Il progetto Comune di Prato è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it