Comune di Prato


Traduci la pagina con Google Translate:


Che cos'è

Il Co-Housing è un progetto del Servizio sociale ed Immigrazione del Comune di Prato: una nuova forma di sostegno alloggiativo finalizzato a sperimentare, coabitazioni innovative per tutelare la famiglia. Il progetto desidera realizzare un servizio di rete di solidarietà per i residenti, atto a favorire l’incontro di necessità ed esigenze nel vivere quotidiano.

I soggetti che possono aderire all’iniziativa sono cittadini, prioritariamente anziani e diversamente abili, disposti ad offrire ospitalità nel proprio alloggio, in affitto o di proprietà, a cittadini in condizione di fragilità abitativa e che presentano ridotte capacità economiche per accedere al mercato privato della casa.

In cambio dell’ospitalità, i soggetti inseriti potranno assicurare un contributo alle spese per i consumi di acqua, luce e gas ed una serie di piccoli interventi di aiuto in favore degli ospitanti, secondo un patto personalizzato firmato prima dell’inserimento nell’alloggio.

Per conseguire il soddisfacimento dei protagonisti di questo nuovo modello di accoglienza temporanea, il Comune di Prato ha affidato l’attività di scouting, ossia l’individuazione di soggetti disposti ad offrire ospitalità, ad un soggetto pubblico aggiudicatario, ai fini di una corretta esecuzione del co-housing sociale.

L’obiettivo mira ad una progressiva riacquisizione e recupero di abitudini ed abilità sociali, relazionali, conciliando tempo e lavoro con la gestione della casa e degli affetti, attraverso il mantenimento delle reciproche capacità.

inizio testo

Requisiti

A chi è rivolto

Possono fare domanda persone e/o nuclei familiari, prioritariamente persone anziane e disabili parzialmente o totalmente autosufficienti, che necessitano di un sostegno per mantenere le proprie capacità residue e di autonomia.

Nello specifico:

  • Anziani (soli e/o in coppia), proprietari o affittuari di case, con bassa intensità assistenziale;
  • Nuclei familiari e singoli proprietari o affittuari, che necessitano di aiuto per difficoltà di gestione del tempo con esigenze comune del vivere;
  • Persone con disabilità, proprietari o affittuari, parzialmente o totalmente autosufficienti, che desiderano intraprendere un percorso di autonomia.

I soggetti ospitati sono segnalati esclusivamente dal servizio sociale e possono essere donne con figli, coppie e piccoli nuclei familiari e/o monogenitoriali residenti nel Comune di Prato, in condizione di svantaggio abitativo e socio-economico.

inizio testo

Come si ottiene

Termini, scadenze, modalità di presentazione della domanda

I cittadini prioritariamente anziani e diversamente abili che necessitano di aiuto e sostegno, disponibili ad offrire ospitalità a soggetti socio-economicamente svantaggiati, possono rivolgersi all’Associazione Auser volontariato sociale (vedi A chi rivolgersi), che predisporrà un progetto di attuazione co-abitativa, intercettando domanda ed offerta alloggiativa.

A chi rivolgersi

Referente e Presidente Associazione Auser: Andrea Cambi

Tel: 057438826 (in orario: mercoledì dalle ore 11.00 alle ore 17.00)

Email: auserprato9@gmail.com

inizio testo
Data ultima revisione dei contenuti della pagina: 07.12.2018

Condividi su:



- Inizio della pagina -
Il progetto Comune di Prato è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it