Traduci la pagina con Google Translate:


accessoAccesso per i cittadini
accessoAccesso riservato ai Caaf

Le domande di agevolazione tariffaria possono essere presentate a partire dalle ore 9.00 di lunedì 11 luglio 2016 fino alle ore 13.00 del 30 giugno 2017.

Le domande possono essere presentate da un genitore, direttamente tramite procedura on line, oppure rivolgendosi ai CAAF convenzionati.

Disponibile la Guida alla presentazione delle domande on line.

 

12.09.2016 - Aumentano le riduzioni per le famiglie con più figli iscritti al nido: la giunta ha approvato la modifica al tariffario che prevede adesso una riduzione del 20% per il primo figlio, del 30% per il secondo e del 40% per il terzo, in analogia ai regolamenti già in vigore per le agevolazioni alle famiglie numerose mentre, fino ad ora, era prevista una riduzione del 20% per ogni figlio.

Che cos'è

Le famiglie dei bambini che frequentano l'asilo nido comunale o un nido privato convenzionato (vedi lista nella sezione "Altre informazioni utili") possono richiedere al Comune un contributo denominato "Credito per l'accesso" a copertura parziale della tariffa.

L'entità del "credito" spettante a una famiglia è determinata sulla base del valore ISEE per prestazioni sociali agevolate rivolte a minorenni. Una volta ottenuto il beneficio, la famiglia pagherà ogni mese la differenza tra il credito spettante e la tariffa.

Se la richiesta di agevolazione è presentata con ISEE ordinaria l’agevolazione resta valida per tutto l’anno scolastico/educativo. Per precisazioni in caso di ISEE corrente (per chi ha perso il lavoro o ha avuto una riduzione di reddito recente) vedi in "Segnalazioni e precisazioni".

inizio testo

Requisiti

A chi è rivolto

Per usufruire del credito per l'accesso è necessario:

  • Dichiarare valore ISEE e data del rilascio oppure dichiarare di aver presentato il DSU;
  • Non superare il valore ISEE di € 37.000,00.

Si ricorda che il valore ISEE non corrisponde al reddito da lavoro ma si tratta di un calcolo complesso che tiene conto di vari elementi quali: patrimonio mobiliare, immobiliare, reddito da lavoro, numero dei componenti del nucleo familiare. Il valore ISEE del nucleo familiare può essere richiesto gratuitamente ad un CAAF convenzionato o direttamente all’INPS tramite la procedura online.

inizio testo

Come si ottiene

Termini, scadenze, modalità di presentazione della domanda

La domanda di agevolazione tariffaria può essere presentata, dall'11 luglio 2016 al al 30 giugno 2017, nei seguenti modi:

 

1) Per i nidi comunali:

  • Il genitore può rivolgersi ai Caaf convenzionati, anche al momento della richiesta dell'attestazione ISEE. Tutta la documentazione sarà poi inviata direttamente dai Caaf al Servizio Pubblica Istruzione.

Per entrare nella procedura on line occorre la CNS (Carta Servizi nazionale) e lettore di smart card. I residenti nel Comune di Prato possono accedere anche con nome, cognome e numero della carta di identità, mentre i non residenti, se non possono accedere con CNS devono rivolgersi ai CAAF convenzionati. Disponibile la Guida alla presentazione delle domande on line.

 

2) Per i nidi privati:

 Rivolgersi direttamente al nido privato convenzionato dove è iscritto il bambino presentando il valore ISEE.

Documenti da presentare

Copia del documento di identità

Costi e modalità di pagamento

Tariffe per l'anno 2016/2017:

  • Per il nido comunale

Le tariffe intere del servizio sono: tempo corto € 510, tempo lungo € 569 e tempo prolungato € 615.

Con l'agevolazione, le quote mensili a carico dell'utente comunale possono variare da un minimo € 59 ad un massimo € 510 per il tempo corto, da un minimo di € 73 ad un massimo di € 569 per il tempo lungo, e da un minimo di € 80 ad un massimo di € 615 per il tempo prolungato (vedi tariffe nido - tabella crediti nella sezione"Allegati e documenti").

Sono previste riduzioni in caso di più figli iscritti: riduzione del 20% per il primo figlio, del 30% per il secondo e del 40% per il terzo.

  • Per il nido privato

La quota a carico della famiglia varia in funzione della tariffa massima del nido privato.

 

Agevolazioni per l'anno 2016/2017:

Il "Credito", di uguale valore per il nido comunale e per il privato convenzionato, avrà un valore massimo di:

  • € 451 per frequenza a tempo corto
  • € 496 per la frequenza a tempo lungo
  • € 535 per il tempo prolungato. (vedi tariffe nido - tabella crediti nella sezione"Allegati e documenti").

La differenza fra la tariffa intera ed il credito erogato sarà la quota che l'utente dovrà pagare mensilmente.

 

Per calcolare il costo del nido e delle agevolazioni vai alla pagina Calcolo tariffe nidi comunali, mensa, trasporto scolastico e buoni di servizio nidi convenzionati.

 

Pagamenti per gli utenti dell’asilo nido comunale:

Per quanto riguarda il pagamento delle quote mensili, non sarà inviato a casa nessun avviso di pagamento. Dovrà essere cura del genitore pagare entro la fine di ogni mese successivo a quello di riferimento la quota spettante (es. la quota del mese di settembre deve essere pagata entro il 31 ottobre, e così per tutti gli altri mesi).

Le modalità di pagamento sono le seguenti (vedi sotto il "Link al sito pagamenti"):

  • Presso tutti gli sportelli della provincia della Banca Popolare di Vicenza;
  • Presso le tabaccherie abilitate al T-Serve;
  • Presso i punti Jolly (senza commissioni);
  • Con carta di credito on-line;
  • Con addebito in c/c presso la propria banca;
  • Presso tutti gli sportelli della provincia della Banca di Credito Cooperativo;
  • Presso tutti gli sportelli ACI di Prato.

 

In caso di malattia:

La quota mensile dovrà essere pagata per intero anche in caso di assenze del bambino, fatte salve le seguenti eccezioni:

  • Malattia di oltre 30 giorni continuativi di calendario;
  • Ricovero ospedaliero;
  • Convalescenza post-ricovero e infortunio di oltre 15 gg. continuativi;
  • Assenza per gravi motivi di famiglia documentati di oltre 30 gg continuativi.

In questi casi è previsto un rimborso del 50% della somma dovuta per il periodo di assenza, dietro richiesta scritta del genitore (entro 5 giorni sarà emesso l'attestato di sgravio). La richiesta di rimborso deve essere inoltrata ai "Servizi Educativi" (vedi indirizzo in fondo alla pagina) allegandovi il certificato medico o altro giustificativo dell'assenza sul quale deve essere indicato il periodo esatto di assenza. Il certificato medico deve essere fatto al termine della malattia o dopo i primi trenta giorni se la malattia ha un decorso lungo. Non sono validi certificati preventivi.
I certificati relativi all'anno 2016 saranno rimborsabili solo se presentati entro il 10 febbraio 2017.
Nei mesi di inizio e di termine del servizio, la tariffa è proporzionalmente ridotta, nella misura di 1/30 per ogni giorno di mancata erogazione del servizio stesso.

Tempi e iter della pratica

Chi effettuerà il calcolo ISEE nei mesi successivi a quello di inserimento del proprio figlio al nido, sarà tenuto al pagamento della tariffa massima per tutti mesi di frequenza scoperti dall'ISEE (es. se un bambino è stato ammesso al nido da settembre 2016 e il genitore effettua il calcolo dell'ISEE a dicembre 2016, dovrà pagare la quota mensile massima per i mesi di settembre, ottobre e novembre).

A chi rivolgersi

Ufficio ammissioni:
Sarri Leonardo tel. 05741835134
Brizi Fermina tel. 0574 1835177

inizio testo

Note

Segnalazioni e precisazioni

ISEE corrente

Se almeno un componente del nucleo familiare, nei 18 mesi precedenti la richiesta della prestazione, ha perso il lavoro e se l’indicatore della situazione reddituale (ISR) corrente è diminuito di almeno il 25% di come calcolato ordinariamente è prevista la possibilità di richiedere l’ISEE corrente (DPCM 159/2013, art. 9) e di presentare la domanda di agevolazione con l'Isee corrente.

Se oltre all’ISEE ordinaria esiste un’ISEE corrente valida, l’agevolazione tariffaria viene applicata solamente per parte dell’anno scolastico prendendo in considerazione l’ISEE corrente, per il restante periodo viene calcolata tenendo in considerazione l’ISEE ordinario (a meno che non si ripresenti ISEE corrente).

Esempio: Se faccio richiesta di agevolazione, dall’11 luglio al 31 dicembre 2016, con ISEE corrente valida, la mia agevolazione verrà applicata prendendo in considerazione il valore corrente dell’ISEE fino al mese di gennaio, dal mese di febbraio in poi (in assenza di nuova richiesta di agevolazione e di nuova ISEE corrente) si prende in considerazione, per l’applicazione della tariffa, il valore ISEE ordinario.

Se la richiesta presentata con ISEE corrente viene effettuata dal 1 febbraio 2017 in poi questa vale fino alla fine dell’anno scolastico/educativo.

inizio testo

Responsabile e antiritardo

Responsabile del Procedimento

Leonardo
Sarri
Telefono: 0574 1835134

Funzionario antiritardo

Donatella
Palmieri
Telefono: 05741835129
inizio testo

Altre informazioni utili

inizio testo

Dove andare

 Servizi educativi

Sede
Via Santa Caterina
, 17
 (Primo piano)
 - 59100
 Prato
 PO
Telefono: Iscrizione nidi, scuole dell'infanzia e Giocacipì:
0574 1835134
0574 1835177
0574 1835176

Coordinamento pedagogico:
0574 1835181-84-85

Informazioni per dipendenti scuola materna e asilo nido:
0574 1835189
0574 1835186

Responsabile Servizi Educativi:
0574 1835123
Fax: 0574 1837327 (per iscrizioni e rinunce)
0574 1837346 (coordinamento pedagogico)
OrarioLunedì e giovedì ore 9.00 - 13.00 e ore 15.00 - 17.00
Mercoledì ore 9.00 - 13.00

E-mail infanzia@comune.prato.it
Sito web
 Guarda indirizzo sulla mappa (apre una nuova finestra)
inizio testo
Data ultima revisione dei contenuti della pagina: 20.02.2017

Condividi su:



- Inizio della pagina -
Il progetto Comune di Prato è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it