Traduci la pagina con Google Translate:


19.03.2020 - In considerazione dello stato di emergenza nazionale è autorizzata fino al 31 ottobre 2020 la circolazione dei veicoli da sottoporre alla revisione entro il 31 luglio 2020.
Art. 92 del Decreto legge 18 del 17.03.2020

Che cos'

La prima revisione di un veicolo è obbligatoria dopo 4 anni dalla prima immatricolazione, entro il mese di rilascio della carta di circolazione.
Le revisioni successive devono essere effettuate con cadenza biennale entro il mese corrispondente a quello in cui è stata effettuata l'ultima revisione.

Al fine di documentare l’esito della revisione è disposto il rilascio di una copia cartacea del certificato di revisione e un attestato del superamento del controllo che indicherà la data entro la quale dovrà avvenire la successiva revisione.

Viene estesa a tutti i veicoli la validità della prenotazione, effettuata presso l’Ufficio di Motorizzazione Civile prima della scadenza della revisione, come autorizzazione alla circolazione dopo la scadenza del termine e fino al giorno in cui è stata fissata la visita e prova del veicolo.

inizio testo

Requisiti

A chi rivolto

Devono essere revisionati: autovetture, autocaravan, autoveicoli adibiti al trasporto di cose o ad uso speciale di massa complessiva non superiore ai 3.500 Kg e dal 2003 anche per motoveicoli e ciclomotori.

In alcuni casi, la revisione è prevista ogni anno:

  • Autovetture adibite al servizio taxi o noleggio con conducente;
  • Autoveicoli utilizzati per il trasporto di cose e rimorchi di peso complessivo superiore ai 3.500 Kg;
  • Autobus;
  • Autoambulanze;
  • Veicoli atipici (ad esempio, le auto elettriche leggere da città).

Revisione Rimorchi

Per i rimorchi di massa massima autorizzata non superiore a 3,5 tonnellate per trasporto cose o alloggiamento, il nuovo decreto prevede la revisione quattro anni dopo la prima immatricolazione e successivamente ogni due anni.

Con decreto dirigenziale 18 maggio 2018, prot. n. 211, tuttavia, è stato deciso un regime transitorio fino al 2020 secondo il seguente calendario:

Anno 2018: dovranno essere revisionati i rimorchi O1 e O2 immatricolati fino al 31.12.2000 ad esclusione di quelli già revisionati nel biennio precedente.

Nel 2018 i rimorchi chiamati a controllo tecnico, a prescindere dal mese di immatricolazione, potranno utilizzare la finestra temporale intercorrente fra il 21 maggio 2018 e il 31 dicembre 2018. A partire dall'anno 2019, come d'uso, il termine ultimo per ottemperare al richiamo è il mese di immatricolazione/ revisione.

Anno 2019: dovranno essere revisionati i rimorchi O1 e O2 immatricolati dal 01.01.2001 al 31.12.2006 e quelli immatricolati prima del 2001 e non revisionati nel biennio precedente.

Anno 2020: dovranno essere revisionati i rimorchi O1 e O2 immatricolati dopo il 01.01.2007 e quelli per i quali sono trascorsi 4 anni dalla prima immatricolazione o 24 mesi dall'ultima revisione

Negli anni seguenti, il controllo tecnico sarà effettuato con la periodicità prevista dal nuovo decreto.

inizio testo

Come si ottiene

Tempi e iter della pratica

Eventuali «carenze» riscontrate in sede di revisione sono classificate secondo la gravità del difetto riscontrato come lievi, gravi e pericolose. L’esito della revisione può essere:

  • Regolare
  • Revisione ripetere: entro un mese ripristinando le “carenze” riscontrate e dimostrando la regolarizzazione con idonea documentazione
  • Revisione ripetere: veicolo sospeso dalla circolazione fino a nuova visita con esito favorevole. Può circolare solo per essere condotto in officina, nella stessa giornata, con eventuali prescrizioni a tutela della sicurezza.
inizio testo

Altre informazioni utili

inizio testo
Data ultima revisione dei contenuti della pagina: 19.03.2020

Condividi su:



- Inizio della pagina -
Il progetto Comune di Prato sviluppato con il CMS ISWEB di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it