salta la barra Comune di Prato » Buone prassi e cooperazioni » Progetti conclusi » PAMLED (Partnerships Among european and mediterranean Municipalities for Local Economic Development) - Progetto europeo

Comune di Prato

Buone pratiche e cooperazioni del Comune di Prato

Buone prassi e cooperazioni

PAMLED (Partnerships Among european and mediterranean Municipalities for Local Economic Development) - Progetto europeo

Settori comunali coinvolti

Sviluppo economico locale, valorizzazione e promozione del territorio e marketing territoriale.

Ruolo del Comune di Prato: Coordinatore di Progetto (Project Leader)

Obiettivi e descrizione del progetto

Obiettivi generali: 
a) creare un partenariato duraturo tra gli enti locali coinvolti nel progetto attraverso la promozione di azioni concrete atte a creare un sistema di apprendimento collettivo e scambio di esperienze al fine di migliorare la gestione dello sviluppo locale; 
b) identificare quelle strategie di rafforzamento delle priorità locali principali coinvolgendo la società civile nel processo di pianificazione dello sviluppo locale, nonché attraverso lo scambio di esperienze e di buone pratiche fra gli enti locali e i rilevanti attori locali del territorio; 
c) identificare le esperienze comparative e le buone pratiche nei due settori di intervento fra gli enti locali coinvolti nel partnernariato al fine di identificare una metodologia omogenea di lavoro fra di essi.

Obiettivo specifico:
Rafforzare la capacità dei tre enti locali mediterranei nelle loro politiche di pianificazione e gestione delle iniziative di sviluppo economico locale attraverso: 
a) l'istituzione di una rete di partnernariato duratura tra gli enti locali europei e mediterranei coinvolti nell'Azione di Progetto; 
b) la realizzazione di azioni creative nei due settori specifici del Progetto: "Pianificazione e gestione del governo del territorio" e "Marketing territoriale".

Il Progetto è stato pensato al fine di promuovere lo sviluppo locale economico e la cooperazione decentrata negli enti locali mediterranei nonché identificare nuovi strumenti di promozione economica allo sviluppo e delle politiche di governo del territorio a livello locale. 
Gli obiettivi di Progetto intendono attuare una metodologia di approccio dal basso nella cooperazione fra gli enti locali, coinvolgendo la società civile e gli attori locali nei processi decisionali a sostegno delle analisi dei territori coinvolti e nella diffusione delle esperienze e delle buone pratiche. 
La rete degli 8 enti locali nella conduzione delle attività si avvale del supporto di un Comitato Scientifico istituito dal Progetto stesso e composto dai rappresentanti della Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa (Laboratorio IN-SAT); dall'Università di Firenze, Dipartimento di Antropologia e Biologia Molecolare; dalla ONLUS UCODEP di Arezzo; dalla Agenzia di consulenza Local-Global di Firenze.
Quale risultato della partecipazione e impegno degli enti locali alle diverse attività del Progetto, i rappresentanti interni degli stessi 8 enti locali realizzeranno nel secondo e terzo anno di progetto delle azioni (o mini progetti) pilota nei due settori di intervento: "Pianificazione e gestione del governo del territorio” e “Marketing territoriale". 
Tali progetti pilota si potranno caratterizzare in azioni mirate nei sotto settori quali l'attrazione turistica, la valorizzazione dei prodotti e delle risorse locali, il sostegno alle piccolo e medie imprese e la crescita dell’economia, la protezione e la valorizzazione dell’ambiente collegata alla valorizzazione complessiva del territorio e allo sviluppo sostenibile in generale. 
Tale risultato verrà realizzato con attività da condursi all'interno degli stessi enti locali e fra di essi, in una logica di partenariato e di cooperazione decentrata al fine ultimo di attuare un processo di rete città-città fra Europa e Mediterraneo 
Il progetto si realizzerà in quattro fasi durante le quali saranno coinvolti diversi gradi e tipologie di attori locali e rappresentanti della società civile a seconda delle attività da realizzare per la promozione e gestione dello sviluppo economico e nel governo del territorio. 

Nello specifico le fasi prevedono: 
- una riunione di avvio delle attività entro i primi quattro mesi del Progetto; il coinvolgimento degli attori locali secondo un approccio partecipativo durante l’intera durata dello stesso; 
- diverse serie di seminari di coinvolgimento della società civile e costituzione dei due gruppi di lavoro del Progetto, secondo i due settori identificati (1. pianificazione e gestione nel governo del territorio; 2. marketing territoriale) al fine di promuovere le attività di scambio di esperienze e le buone pratiche dei territori coinvolti; 
- la creazione di un sistema di politiche di comparazione nei due settori di intervento al fine di creare una metodologia omogenea di lavoro; l'analisi del contesto istituzionale degli enti locali per approdare all'identificazione di una rete città-città dei partner; 
- la realizzazione dei progetti pilota nei tre partner mediterranei che può comportare anche la realizzazione di attività di formazione e tutoraggio di amministratori locali junior provenienti dai partner mediterranei, nonché la conduzione di attività di assistenza tecnica nella realizzazione delle azioni pilota stesse; 
- la diffusione dei risultati e il monitoraggio in itinere e la valutazione conclusiva di progetto sono previsti.

Enti coinvolti

1) Comune di Prato - http://www.comune.prato.it/
2) Comune di Rio Marina - http://www.comuneriomarina.it/
3) Comune di Lucca - http://www.comune.lucca.it/
4) Città di Skopje (Macedonia) - http://www.skopje.gov.mk/en/
5) Comune di Brtonigla/Verteneglio (Croazia) - https://www.brtonigla-verteneglio.hr/index.php/it/
6) Comune di Bodrum (Turchia) - http://www.bodrum.org/
7) Città di Marrakech – Reame del Marocco
8) Comune di Sin El Fil (Libano)

Finanziamento

Commissione Europea - DG EuropeAid Cooperation Office - Centralised Operations for Europe, the Mediterranean and the Middle-East. Ufficio referente: EU Commission Delegation in Rabat (Marocco).

Il progetto è cofinanziato per una percentuale del La quota del Comune di Prato è pari al 7% del finanziamento complessivo (euro 39.375,00 in 3 anni). Ogni partner del Progetto partecipa con una quota di co-finanziamento variabile compresa fra il 7% e l'1,40% dei costi.

Il finanziamento complessivo è pari a euro 562.500, di cui la quota di finanziamento diretto della Commissione Europea è pari a euro 450.000 cioè all’80% del valore complessivo del progetto.

Tempistica

Data inizio: 20-11-2006
Data fine: 20-11-2009


Ultimo aggiornamento dei contenuti:
venerdì 12 ottobre 2018
- Inizio della pagina -
Il progetto Comune di Prato è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it