salta la barra Comune di Prato » Buone prassi e cooperazioni » PRISMA - PRato Industrial SMart Accelerator

Comune di Prato

Buone pratiche e cooperazioni del Comune di Prato

Comune di Prato

PRISMA - PRato Industrial SMart Accelerator

Modelli di buona amministrazione

Sito web del progetto: http://www.prismaprato.it/

Settori comunali coinvolti

Unità di Staff Sportello Europa

Obiettivi e descrizione del progetto

Gli obiettivi di questo progetto sono:

  1. la creazione di un nuovo centro di trasferimento tecnologico denominato “Casa delle Tecnologie Emergenti PRISMA - PRato Industrial SMart Accelerator”;
  2. la realizzazione di progetti di ricerca e sperimentazione (R&S) congiunti fra università, centri di ricerca e imprese per lo sviluppo di nuove soluzioni basate sulle tecnologie emergenti e il 5G a favore del Made in Italy;
  3. la creazione e l’accelerazione di start-up negli ambiti Internet of Things, Intelligenza Artificiale e Blockchain a sostegno del settore tessile-moda; 
  4. il trasferimento tecnologico verso le imprese manifatturiere a sostegno dell’innovazione, della competitività e dell’occupazione.

Il progetto PRISMA si propone di creare una nuova infrastruttura di trasferimento tecnologico per indagare e sfruttare il potenziale innovativo delle tecnologie emergenti - Internet of Things, Intelligenza Artificiale, Blockchain e 5G - applicate al settore tessile-moda e al Made in Italy, favorendone la creazione e l’accelerazione di nuove imprese in questo ambito, e trasferendo le soluzioni sviluppate alle imprese del settore. PRISMA ha l’obiettivo di rendere il settore tessile & moda italiano – principale rappresentante del Made in Italy nel mondo - più competitivo e efficiente, accrescerne il valore aggiunto attraverso un miglior utilizzo delle risorse, e aumentare la ricchezza prodotta generando nuove imprese e posti di lavoro qualificati attraverso il trasferimento tecnologico.

Le sedi del progetto

1) La prima sede si trova in via Pistoiese, 158, nel prestigioso nuovo edificio - riqualificato grazie all’intervento di rigenerazione urbana del Comune di Prato - che ha recentemente acquisito e ristrutturato un ex opificio di archeologia industriale per farlo diventare un nuovo polo funzionale a servizio della città e del suo tessuto produttivo.

Qui troverà sede dal 2022 l’area start up e i laboratori di ricerca della CTE PRIMA: 1000 mq di nuovissimi spazi che comprenderanno:

  • 250 mq area bar, consultazione library e open space aperti a tutti e dedicato a studio, relax, ed eventi sociali;
  • 500 mq di area co-working da destinare alle start-up: si tratta di un’area open space con tavoli di lavoro separati per ciascuna startup, WI-FI e connessione in fibra, stampanti condivise, postazioni di lavoro con PC, sala riunioni riservata con strumentazione per videoconferenze, aula per seminari divulgativi ed eventi formativi con 60-100 sedute e con possibilità di tenere presentazioni e proiezioni, sala per registrazioni audio video, saletta riservata per telefonate;
  • 250 mq da destinare ai laboratori innovativi (Blockchain, IoT, AI): un’area dedicata al trasferimento tecnologico e alla realizzazione di progetti di ricerca e sperimentazione (R&S) costituita da tre laboratori di ricerca e sperimentazione dedicati ciascuno a una delle tecnologie emergenti IOT, AI, BC.

 

I laboratori di ricerca avranno come sede anche quella di Piazza Ciardi a Prato, presso il Polo Universitario PIN di Prato, i cui locali sono di proprietà del Comune di Prato, e da questi dati in uso al PIN sulla base di una convenzione. La superficie destinata da PIN alla CTE è di circa 300 mq e comprenderà;

  • Il laboratorio IoT coordinato dal Prof. Lorenzo Mucchi
  • Il Laboratorio AI e 5G coordinato dal Prof. Tommaso Pecorella
  • Il Laboratorio BC coordinato dal Prof. Mauro Lombardi  

 

2) L'altra sede della CTE PRISMA sarà in via Galcianese 34, presso i locali di Sviluppo Toscana, società della Regione Toscana, che li metterà a disposizione gratuitamente per le attività di progetto. La sede di via Galcianese ospiterà lo spazio dimostrativo della CTE. In questo caso la superficie destinata alla CTE PRISMA si aggira intorno ai 450 mq, di cui 200 mq riservati allo spazio dimostrativo e 250 mq riservati a stazioni di lavoro.

Lo spazio sarà fruito da università, imprese, pubblica amministrazione, cittadini e altri soggetti territoriali (ad es. associazioni di categoria) e dedicato alla divulgazione delle tecnologie, la dimostrazione delle soluzioni sviluppate e la presentazione dei risultati ottenuti dalla CTE verso le imprese e il territorio.
 
Estracom fornisce connettività in fibra ottica e servizi a valore aggiunto (FTTH, Intranet, sistemi di videoconferenza e sistema cloud) ai nodi della rete PRISMA: le tre sedi della CTE PRISMA in Piazza Ciardi e in Via Galcianese, e in via pistoiese, oltre che alle sedi dei laboratori dei partner PRISMA sul territorio, per un’operatività garantita anche in remoto.

Enti coinvolti

  • Comune di Prato
  • Pin - Polo Universitario Città di Prato,
  • Dipartimento di Ingegneria dell’Università di Firenze
  • Istituto Nazionale di Ottica del CNR
  • Next Technology Tecnotessile
  • StartupItalia
  • Sviluppo Toscana
  • Estracom

Finanziamento

PRISMA ha un budget di quasi 3 milioni di euro (2.929.700 euro), dei quali 2.723.000 euro finanziati dal Ministero dello Sviluppo Economico (MISE).

Tempistica

Progetto pluriennale
Data inizio: 01-01-2021
Data fine: 31-12-2024


Ultimo aggiornamento dei contenuti:
giovedì 08 luglio 2021
- Inizio della pagina -
Il progetto Comune di Prato è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it