salta la barra Comune di Prato » Buone prassi e cooperazioni » Prato Circular City

Comune di Prato

Buone pratiche e cooperazioni del Comune di Prato

Comune di Prato

Prato Circular City

Modelli di buona amministrazione

Prato Circular City

Settori comunali coinvolti

  • Assessorato allo Sviluppo economico, innovazione e agenda digitale; 
  • Assessorato all’Urbanistica, ambiente e economia circolare;
  • Ufficio Progettazioni ed economia circolare.

Obiettivi e descrizione del progetto

Prato Circular City è la strategia integrata, promossa dal Comune di Prato, per sostenere la transizione della città verso l’economia circolare. Il distretto produttivo omogeneo che caratterizza il territorio pratese presenta caratteristiche particolarmente adatte a favorire una transizione verso l’economia circolare, l’innovazione e la sostenibilità.

In particolare, si tratta di un Living Lab che ha lo scopo di favorire condivisione e partecipazione per individuare azioni concrete in grado di generare un impatto significativo sulla transizione della città e del distretto verso l’economia circolare e che ruota attorno a quattro temi prioritari fortemente interconnessi tra di loro:

  • Distretto tessile & abbigliamento;
  • Gestione delle risorse urbane;
  • Consumo circolare;
  • Agricoltura urbana sostenibile.

 

Inoltre, nel dibattito europeo sull’economia circolare, la città di Prato rappresenta dal 2016 l’Italia nell’ambito della Partnership dell’Agenda Urbana UE su Economia Circolare.
Il modello che propone a livello europeo è quello di una “città circolare” basata su tre assi fondamentali:

  • L’innovazione dei processi produttivi;
  • La rigenerazione urbana;
  • Il rafforzamento della coesione sociale.

 

Partendo dall’esperienza maturata all’interno della partnership europea, Prato Circular City, pertanto, propone una metodologia di lavoro simile, adattata a livello di città e distretto.
Nel lanciare il piano strategico di Prato Circular City, l’amministrazione comunale si è posta i seguenti obiettivi:

  • Promuovere la transizione della città verso l’economia circolare;
  • Rafforzare l’immagine di Prato come “città circolare”;
  • Costituire un ambiente di confronto permanente tra stakeholder del territorio per promuovere azioni condivise, integrate e partecipate di economia circolare;
  • Creare una governance di città circolare.

 

Prato Circular City è promossa dall’assessorato allo Sviluppo economico, innovazione e agenda digitale e dall’assessorato all’Urbanistica, ambiente e economia circolare, con il supporto degli uffici dello Sportello Europa del Comune di Prato, mentre il coordinamento tecnico-scientifico è realizzato dall’Unità su Innovazione circolare e commodity sostenibili del Laboratorio di ricerca ARCO del PIN–Polo Universitario di Prato.

Enti coinvolti

  • Comune di Prato 
  • PIN-Polo universitario città di Prato
  • Camera di Commercio Pistoia-Prato
  • Confindustria Toscana Nord 
  • CNA Toscana Centro
  • Confartigianato Prato
  • Confesercenti Prato
  • Confcommercio Prato
  • Confcooperative
  • Legacoop
  • CGIL Prato
  • CISL
  • UIL

Finanziamento

Risorse interne dell’amministrazione.

Tempistica

Progetto pluriennale
Data inizio: 01-01-2020


Ultimo aggiornamento dei contenuti:
mercoledì 15 giugno 2022
- Inizio della pagina -
Il progetto Comune di Prato è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it