salta la barra Comune di Prato » Buone prassi e cooperazioni » Prato Urban Jungle

Comune di Prato

Buone pratiche e cooperazioni del Comune di Prato

Comune di Prato

Prato Urban Jungle

Modelli di buona amministrazione

Prato Urban Jungle

Settori comunali coinvolti

Ufficio Progettazioni ed Economia Circolare

Ruolo del Comune di Prato: Coordinatore

Obiettivi e descrizione del progetto

Prato Urban Jungle è un intervento partecipativo dalla concezione innovativa che impiega gli elementi naturali come strumenti attivi per promuovere un ambiente urbano più sostenibile, più confortevole e più attento alla salute dei cittadini. 

La Città di Prato stabilisce, così, un nuovo equilibrio nel rapporto tra lo spazio costruito e la natura vivente attraverso processi di ri-naturalizzazione del territorio urbano: la “giungla urbana” diventa una vera e propria colonizzazione verde degli spazi collettivi, rendendosi parte attiva della vita quotidiana.

Il progetto di Prato Urban Jungle agisce con interventi di Forestazione Urbana e di integrazione delle piante nello spazio costruito alle diverse scale, per migliorare radicalmente la qualità sociale ed ambientale della città. Con un’implementazione di Nature Based Solutions e la definizione di nuovi standard qualitativi, spaziali e abitativi, Prato diventa il luogo della sperimentazione a grande scala di soluzioni progettuali sostenibili e innovative.

Le azioni si concentrano su 4 aree:

  • La riqualificazione della sede di Consiag – Estra, curata dallo studio Stefano Boeri Architetti. Un edificio per uffici che verrà interamente rinnovato mediante la realizzazione di tre tipologie di facciate verdi, progettate per accogliere sia vasi per alberi e arbusti, che strutture leggere per la crescita di rampicanti, e la trasformazione della copertura in uno spazio verde per il welfare aziendale.
  • La rigenerazione degli edifici di Edilizia Pubblica Pratese di via Turchia curata dallo studio Stefano Boeri Architetti, interessa le facciate dei tre edifici residenziali multipiano, prevedendo soluzioni innovative verdi e sistemi di frangisole atti a incrementare il comfort termico. L’intervento interessa anche il giardino interno e la trasformazione del parcheggio in un’area permeabile.
  • La riconversione del mercato coperto nel Macrolotto Zero, curata da PNAT, che prevederà il ridisegno degli spazi esterni di sosta e la creazione di una grande facciata verde, oltre alla realizzazione all’interno di una Fabbrica dell’aria, la serra indoor in grado di depurare l’aria con le piante, che disegnerà uno spazio nel quale i cittadini potranno incontrarsi e consumare cibo completamente immersi tra le piante.
  • L’area commerciale di via delle pleiadi, collocata tra Unicoop e Omnia Center, dove PNAT realizzerà un innovativo progetto legato al verde e al cibo che servirà ad attivare nuove funzioni nell’area verde in fase di sviluppo.

 

Su tutte le aree verranno sviluppate dal CNR -IBE tecnologie e modelli matematici per il monitoraggio ambientale e della qualità dell’aria, volte a quantificare i benefici e gli impatti degli interventi, a supporto sia di scelte progettuali e di pianificazione, sia di una migliore conoscenza delle condizioni ambientali cittadine. Le strategie adottate nei progetti di Prato Urban Jungle uniscono la progettazione sostenibile al recupero di aree ed edifici dismessi alla Forestazione Urbana, mettendo in atto una riqualificazione radicale del tessuto urbano, intervenendo nei quartieri in modo socialmente inclusivo attraverso lo sviluppo di giungle urbane, aree ri-progettate ad alta densità di verde, immerse nel tessuto urbano, che moltiplicano la naturale capacità delle piante di ridurre, abbattere e assorbire le sostanze inquinanti presenti nell’aria, come le polveri sottili e la CO2.

Enti coinvolti

  • Comune di Prato
  • PNAT
  • Stefano Architetti Boeri
  • Consiglio Nazionale delle Ricerche – Istituto per la BioEconomia – CNR IBE
  • Estra spa
  • Legambiente Toscana
  • greenApes
  • Treedom

Finanziamento

€ 3.699.740,00, di cui € 2.959.792,00 finanziati con risorse del Fondo Europeo per lo Sviluppo Regionale (FESR) ed € 1.998.400,00 a beneficio del Comune di Prato così ripartiti: 

  • l'80% (€ 1.598.720,00) finanziati con risorse FESR; 
  • il 20% (€ 399.680,00) nella forma del co-finanziamento.

Tempistica

Progetto pluriennale
Data inizio: 01-09-2019
Data fine: 31-08-2023


Ultimo aggiornamento dei contenuti:
lunedì 13 giugno 2022
- Inizio della pagina -
Il progetto Comune di Prato è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it