Traduci la pagina con Google Translate:


Nel territorio pratese, per la gestione amministrativa di tutte le fasi del ciclo di vita di un'attività economica (avvio, variazioni, subingresso, cessazione, altri adempimenti tecnici e amministrativi), è operativo già da alcuni anni il Sistema Telematico di Accettazione Regionale (STAR), che funziona come unico accettatore delle pratiche da trasmettere allo Sportello Unico per l'Edilizia e le Attività Produttive (SUEAP) del Comune di Prato e, suo tramite, agli enti terzi coinvolti nel procedimento amministrativo.

A seguito delle modifiche intervenute nella normativa nazionale, in particolare sulla semplificazione delle procedure e sulla concentrazione dei regimi amministrativi, ed al fine di migliorare il grado di trasparenza e uniformità nella gestione dei procedimenti e delle informazioni ad essi correlate, Regione Toscana ha messo a disposizione una nuova versione di STAR, con una diversa modalità di compilazione guidata che ha superato i precedenti format "Standard 0" e "Standard 2". 

La nuova versione è stata implementata per il Comune di Prato (e per l’Unione dei Comuni della Valdibisenzio) a partire dal 28 ottobre 2020, ma sarà prossimamente estesa a tutti i Comuni di tutte le province toscane.
Le pratiche già inviate con la vecchia versione di STAR rimarranno disponibili sulla scrivania utente non oltre il 30 giugno 2021.

La descrizione in dettaglio di STAR, dei suoi requisiti di accesso e delle modalità operative per la compilazione delle pratiche, è contenuta nella nuova versione del Manuale d'uso del Sistema Telematico di Accettazione Regionale delle pratiche SUAP.

Quali pratiche da inviare tramite STAR

È fatto obbligo di utilizzare la piattaforma STAR per la generalità delle pratiche di attività produttive e di polizia amministrativa che la vigente normativa statale e regionale assegna come competenza del SUAP.

​Attenzione: le pratiche di attività produttive e di polizia amministrativa inviate al SUAP in formato cartaceo, tramite Posta Elettronica Certificata (PEC) o con altre modalità di trasmissione, saranno dichiarate irricevibili e quindi prive di ogni effetto legale.

Quali pratiche da NON inviare tramite STAR

A Prato le pratiche edilizie, anche se relative ad edilizia non residenziale (artigianale, commerciale, direzionale, industriale, ecc.), non devono essere inviate tramite STAR ma inoltrate al SUEAP con le seguenti modalità:

  • piattaforma dedicata on line, se si tratta di SCIA o di comunicazioni di attività di edilizia libera;
  • posta elettronica certificata (PEC), se si tratta di permessi di costruire, varianti a permesso di costruire in corso d’opera e varianti finali, permessi di  costruire in sanatoria, attestazioni di conformità in sanatoria, pareri preventivi, pareri di massima, autorizzazioni paesaggistiche, pareri e nulla osta connessi.

Tra le pratiche di attività produttive e di polizia amministrativa, costituiscono eccezioni alla regola dell'invio tramite STAR e devono quindi utilizzare la posta elettronica certificata (PEC), i seguenti tipi di pratiche:

  • tutte le integrazioni e tutte le conformazioni di pratiche già precedentemente inviate tramite STAR;
  • le istanze per il rilascio cartaceo di tesserini e patenti (gas tossici, hobbisti, ecc.);
  • le istanze di competenza dei Vigili del Fuoco (SCIA antincendio, valutazione progetto, ecc.);
  • le istanze relative allo scarico in fognatura e all’emissione in atmosfera;
  • le comunicazioni DPR 462/2001 di messa a terra degli impianti;
  • le pratiche relative alle antenne per telecomunicazioni.

Come si accede a STAR

Si potrà accedere al sistema STAR tramite:

  • CNS (Carta nazionale dei servizi) o Certificato Digitale (autenticazione forte, previa registrazione);
  • SPID, Sistema Pubblico di Identità Digitale (autenticazione forte, previo ottenimento delle credenziali SPID di livello 2 da un gestore di identità autorizzato e previa registrazione automatica a meno dell'indicazione di una mail al primo accesso).

Accesso con CNS (Carta Nazionale dei Servizi)

Se si seleziona "Accedi con CNS", ci si assicuri di aver correttamente inserito il dispositivo di accesso. Se esso è correttamente configurato, il portale STAR mostrerà i dati associati e chiederà il PIN del dispositivo.

Se il certificato non è riconosciuto o il browser non è opportunamente configurato, si vedrà un messaggio di errore. Si configuri il browser con l’aiuto dell’assistenza telefonica o delle guide in rete. Sul Manuale d'uso di STAR sono riportati i numeri di telefono di assistenza di alcuni fornitori di Carte CNS, assieme ai link di alcune guide di configurazione.

Nota per chi possiede una Aruba Key o una Business Key Infocert: si può accedere a STAR usando il browser presente in tali chiavette USB (evitando di importare i certificati nel browser del loro computer).

  • su Aruba Key il browser "Firefox Portable" si trova sotto "Applicativi";
  • su Business Key di Infocert, il browser "Firefox Portable" si trova sotto "Utilizza la BUSINESS KEY con le applicazioni del tuo PC".

Accesso attraverso l'identità SPID

In alternativa alla CNS, è possibile accedere al sistema STAR con una identità SPID intestata a persona fisica, per iniziare a compilare la pratica.

L’autenticazione con SPID è un’autenticazione “forte” che consente l’accesso alle funzionalità del SUAP (compilazione, invio e integrazione pratiche); per ultimare l’invio di una pratica, è necessario avere anche un dispositivo di firma digitale per firmare i documenti relativi alla pratica. Il livello di autenticazione per SPID adottato sul portale è il livello 2 a doppio fattore (SPID 2).

“SPID 2” comporta che, dopo aver inserito utenza e password di accesso a SPID, venga inserito un “codice temporaneo” (OTP) inviato via SMS al numero di cellulare registrato in SPID al momento dell'invio delle credenziali da parte del gestore di identità.

Per ottenere un'identità SPID, ci si rivolga ad un gestore di identità (Identity provider) accreditato dall'Agenzia per l’Italia Digitale. Il gestore verifica le identità degli utenti con diverse modalità e procedure ed emette l'identità digitale unica, rilasciando le credenziali per l'accesso ai servizi.

Sul Manuale d'uso di STAR sono riportati i numeri di telefono di assistenza dei gestori di identità e altri link utili.

Documenti da presentare

Tutti i dati e tutte le informazioni da fornire, anche ai fini dell'attivazione di eventuali endoprocedimenti (ambientali, sanitari, di pubblica sicurezza, ecc.), sono dettagliatamente indicati e richiesti da STAR nel corso della compilazione della pratica.

In base al tipo di attività prescelta ed agli endoprocedimenti per essa necessari, STAR indica e richiede anche tutta la documentazione eventualmente da allegare, compresi i bolli se ricorrono istanze di autorizzazione. È sempre e comunque obbligatorio allegare alla pratica STAR la prova dell'avvenuto versamento dei diritti di segreteria e istruttoria.

Non è dovuta altra documentazione e nessun altro modulo, oltre quelli indispensabili e specificamente richiesti dalla procedura STAR.  L'interessato, al fine di meglio chiarire i propri intendimenti ed il progetto imprenditoriale, ha facoltà di allegare alla pratica STAR ulteriore documentazione, che sarà assunta agli atti del procedimento, purché i relativi file siano firmati digitalmente e non si ecceda il "peso" complessivo in Giga ammesso.

Costi e modalità di pagamento

L'utilizzo del Sistema Telematico di Accettazione Regionale (STAR) per l'invio delle pratiche è gratuito.

Le Segnalazioni Certificate di Inizio Attività (SCIA), le istanze e le comunicazioni sono tuttavia, di norma e salvo alcune eccezioni, soggette al pagamento al Comune dei Diritti di segreteria e istruttoria per le attività produttive e la polizia amministrativa.

Non sono mai soggette ad alcun diritto comunale le pratiche di cessazione dell'attività.

Altre informazioni utili

inizio testo
Data ultima revisione dei contenuti della pagina: 07.01.2021

Condividi su:



- Inizio della pagina -
Il progetto Comune di Prato è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it