Traduci la pagina con Google Translate:


Istituito con il Capo II della Legge 3/2012, l'Organismo di Composizione della Crisi (OCC) offre un'opportunità di intervento per porre rimedio alle situazioni di indebitamento sproporzionato ma incolpevole, al fine di conservare per quanto è possibile la capacità di fare progetti e costruire il futuro in maniera dignitosa.

Ad una vasta pluralità di soggetti, persone fisiche e giuridiche (meglio di seguito dettagliate) - che, secondo la legge, non possono accedere al fallimento o alle altre procedure concorsuali - è oggi concesso, con l'ausilio dell'OCC, di formulare una proposta di accordo con i creditori tramite un progetto di ristrutturazione dei debiti, o presentare un "piano del consumatore", oppure richiedere la liquidazione del patrimonio.

Presupposti per l'accesso alla procedura sono la incolpevolezza e la meritevolezza.

Utilizzando la procedura di composizione della crisi, a seguito di un provvedimento giudiziale, potrà intervenire il blocco delle azioni esecutive individuali e di quelle cautelari sul patrimonio del debitore.

 

Possono accedere alla procedura:

  • Il consumatore, definito ai sensi dell’articolo 6, comma 2, lettera "b", della Legge 3/2012 come "debitore persona fisica che ha assunto obbligazioni esclusivamente per scopi estranei all'attività imprenditoriale professionale eventualmente svolta"
  • L'imprenditore commerciale sotto soglia di fallimento (art 1 comma 2 L.F.)
  • L'imprenditore cessato da oltre un anno
  • L'imprenditore agricolo
  • Gli eredi dell'imprenditore defunto
  • Il professionista, singolo o associato
  • Il lavoratore autonomo
  • Gli enti privati non commerciali
  • Le start up innovative
  • Le associazioni riconosciute ai sensi dell'articolo 14 e ss. Codice Civile
  • Le fondazioni riconosciute ai sensi dell'articolo 14 e ss. C.C.
  • Le associazioni non riconosciute ai sensi dell'articolo 36 e ss.C.C.
  • I comitati ai sensi dell'articolo 39 e ss.C.C.
  • Le organizzazioni di volontariato ai sensi della L. 226/1991
  • Le associazioni di promozione sociale ai sensi della L. 383/2000
  • Le organizzazioni non governative ai sensi dell'articolo 28 della L. 287/1991 e della L. 383/2000
  • Le associazioni sportive dilettantistiche ai sensi della L. 398/1991
  • Gli enti lirici ai sensi del D.Lgs. 367/1996
  • Le ONLUS ai sensi del D.Lgs. 460/1997
  • I centri di formazione professionali ai sensi della L. 845/1978
  • Gli istituti di patronato ai sensi della L. 152/2001 e del DPR 1017/1986
  • Le imprese sociali di cui al D.Lgs. 155/2006.

 

Modalità di accesso alla procedura:

All’OCC Terre di Prato si può rivolgere chi abita nel territorio della circoscrizione di competenza del Tribunale di Prato - ovvero in uno dei sette Comuni della nostra provincia (Cantagallo, Carmignano, Montemurlo, Poggio a Caiano, Prato, Vaiano e Vernio) e nel comune di Calenzano - contattando le rispettive Amministrazioni Comunali per rappresentare i propri problemi di sovraindebitamento, come l’incapacità di estinguere un mutuo o far fronte a una rateizzazione.

Il debitore deve prima richiedere un incontro informativo, gratuito e riservato, inviando una e-mail a:

  1. attivitaeconomiche@comune.prato.it 
  2. s.fedi@comune.prato.it

Successivamente il colloquio sarà fissato di venerdì mattina nei locali dello Sportello Unico per l’Edilizia e le Attività produttive (SUEAP).

Non è possibile recarsi direttamente allo Sportello se prima non è stato fissato appuntamento tramite e-mail.

Il passaggio successivo sarà a cura dell’OCC che valuterà la singola situazione e il possibile nuovo assetto del debito.

 

Altre informazioni utili

inizio testo

Dove andare

 Sportello per l'edilizia e le attività produttive (Sueap)

Sede
Via Giotto
, 4
 - 59100
 Prato
 PO
Centralino0574 1836855 (attivo il venerdì dalle 9.00 - 11.00)
Telefono: Servizio di help desk della Rete Regionale dei Suap dedicato al solo supporto tecnico informatico per problemi nell'utilizzo del Sistema Telematico di Accettazione Regionale (STAR) delle pratiche:
- Numero verde 800 980102 (con orario 8.00-20.00 dal lunedì al sabato, escluso festivi), fax 055 0481460, email reteregionale-suap@regione.toscana.it

Assistenza telefonica da parte del SUEAP del Comune di Prato, per ogni altro problema amministrativo:
- Numero 0574 1836855, il venerdì ore 9.00 - 11.00
Fax: 0574 1837373 (edilizia)
0574 1837355 (impresa)
OrarioLunedì e giovedì solo su appuntamento.
Per informazioni e appuntamenti: numero provvisorio 0574 1836901 (da lunedì a venerdì dalle 9.30 alle 13.00, al numero provvisorio 0574 1836901.
Per prenotare un appuntamento è possibile anche inviare una mail o per alcune pratiche è disponibile il servizio online.
E-mail
E-mail: sportelloedilizia@comune.prato.it
 - attivitaeconomiche@comune.prato.it
Sito web
Note

infoedilizie@comune.prato.it (per informazioni sui servizi online di presentazione pratiche)

La sede del SUEAP ospita gli incontri dell'Organismo di Composizione della Crisi da sovraindebitamento.

 Guarda indirizzo sulla mappa (apre una nuova finestra)
inizio testo
Data ultima revisione dei contenuti della pagina: 18.01.2021

Condividi su:



- Inizio della pagina -
Il progetto Comune di Prato è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it